Colombia: l’ONU conferma che le FARC stanno rispettando gli accordi di pace

Pubblicato il 13 giugno 2017 alle 17:13 in America Latina Colombia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Rispettando gli accordi previsti dai trattati di pace, le Forze Armate Rivoluzionarie della Colombia (FARC), il principale gruppo della guerriglia colombiana, ha reso noto di aver consegnato il 30 per cento delle proprie armi al personale delle Nazioni Unite incaricato di sorvegliare il processo di disarmo. Un altro 30 per cento verrà consegnato mercoledì 14 giugno, mentre il restante 40 per cento il 20 giugno.

Lo ha annunciato il comandante delle FARC Rodrigo Londoño Echeverri, alias Timoleon Jiménez, alias “Timoshenko”, precisando che la consegna avverrà in 26 distinti accampamenti del gruppo guerrigliero situati in varie zone di smobilitazione.

Guerriglieri delle Farc

Guerriglieri delle Farc
fonte: LUIS ACOSTALUIS ACOSTA/AFP/Getty Images

Secondo dati ufficiali pubblicati dalle Nazioni Unite, rimarrebbero ancora da consegnare circa 7000 armi tra mitragliatrici, bombe e pistole, in gran parte armamento individuale dei guerriglieri.

Facendo seguito allo storico trattato di pace siglato con il governo di Juan Manuel Santos lo scorso 24 novembre 2016, alle FARC, gruppo ribelle basato sulla guerriglia di ispirazione marxista, fondato nel 1964, verrà concesso di “convertirsi” in partito politico e “partecipare attivamente e  democraticamente alla vita politica del paese”, secondo le parole dello stesso Santos.

L’Esercito di Liberazione Nazionale (ELN), costituito da più di 2000 guerriglieri, con cui le trattative non hanno portato ad un accordo, non ha ancora aderito al trattato e non ha ancora intrapreso dunque il processo di disarmo. Anche l’esercito delle Bacrim, le bande criminali sopravvissute alla smobilitazione delle Forze di Autodifesa paramilitari, formate attualmente da 3000 unità, non si sono ancora unite al trattato e si rifiutano, ad oggi, di portare avanti qualsiasi operazione di smobilitazione.

 

Traduzione dallo spagnolo e revisione a cura di Italo Cosentino

 

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.