Immigrazione: salvati 391 profughi al largo della Libia

Pubblicato il 12 giugno 2017 alle 7:52 in Europa

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Una nave di un’organizzazione di aiuti spagnola ha salvato 391 migranti che stavano cercando di raggiungere le coste europee a bordo di alcune imbarcazioni nel Mar Mediterraneo.

Laura Lanza, portavoce del gruppo Spain’s Proactiva Open Arms, ha riferito che la nave spagnola Golfo Azzurro, il 10 giugno, ha recuperato 143 rifugiati da due barche di trafficanti intercettate nelle acque internazionali libiche. Lanza ha aggiunto che tra i migranti ci sono un neonato, una donna incinta e diversi altri bambini. La Golfo Azzurro ha successivamente salvato altre 148 persone, che sono poi state trasferite a bordo di una nave della Guardia Costiera italiana.

L’International Organization for Migration (IOM) ha reso noto che 72,366 migranti sono giunti, via mare, in Europa, dal primo gennaio al 7 giugno 2017. L’85% (61,234) dei rifugiati è approdato in Italia, mentre i restanti sono giunti in Garcia, Cipro e Spagna. IOM Libia ha riportato che l’8 giugno è stato rinvenuto un cadavere al largo di Gabri, in Tunisia. Secondo quanto riferito da Christine Petrè, di IOM Libia, 8,293 migranti salpati dalla Libia e diretti in Europa sono stati salvati dall’inizio dell’anno, mentre 4,594 rifugiati che si trovavano nel paese nordafricano, sono riusciti a tornare nei propri paesi di origine.

La Libia, nel 2016, è stato il principale paese di esodo del Nord Africa, dal quale si sono verificate l’82% di partenze delle imbarcazioni cariche di migranti e dirette verso le coste europee. Ad oggi, lo Stato rappresenta la principale base dei trafficanti di esseri umani.

Gommoni con a bordo migranti nel Mediterraneo. Fonte: Flickr

Gommoni con a bordo migranti nel Mediterraneo. Fonte: Flickr

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.