Catalogna: annunciato il referendum indipendentista per il 1 ottobre

Pubblicato il 9 giugno 2017 alle 12:07 in Europa Spagna

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il presidente della Generalitat, Carles Puigdemont, ha annunciato questo venerdì che il referendum indipendentista si celebrerà il 1 ottobre di quest’anno e che il quesito sottoposto sarà “vuoi che la Catalogna diventi uno stato indipendente con forma di governo repubblicana?”. In questo modo dà il via al processo unilaterale senza l’approvazione dello Stato, nonostante i ripetuti avvertimenti sulla sua illegalità lanciati dal Governo di Mariano Rajoy.

Lo ha reso noto nelle prime ore di questo venerdì 9 giugno, in una dichiarazione istituzionale presso il Pati dels Tarongers del Palazzo della Generalitat insieme al vicepresidente Oriol Junqueras.

Oltre a Puigdemont e Junqueras hanno presenziato l’incontro i 61 deputati di Junts pel Sí (Uniti per il Sì) – inclusa la presidente del Parlamento, Carme Forcadell.

Manifestazione indipendentista a Barcellona. Fonte: djxcatalonia

Manifestazione indipendentista a Barcellona. Fonte: djxcatalonia

Il quesito del referendum ha ricevuto l’approvazione di diversi partiti, come il PDeCAT, ERC, Demòcrates, MES – integrati nel gruppo parlamentare di JxSí (Junts pel Sí) – e la CUP. Nella sua breve apparizione pubblica, Puigdemont ha tenuto a sottolineare che convocherà il referendum “nel pieno esercizio del diritto legittimo all’autodeterminazione di cui dovrebbe godere una nazione millenaria come la nostra” ed ha assicurato che il Governo catalano “si impegnerà a far rispettare il risultato che emergerà dalle urne”. Il prossimo 1 ottobre, dunque, si celebrerà la consultazione referendaria per la quale sono previste schede “in catalano, castigliano ed aranese”.

Il presidente della Generalitat avrebbe poi rinnovato il suo impegno ad “offrire tutte le garanzie necessarie per far sì che il referendum possa svolgersi nel pieno rispetto della legge”, facendo infine appello ai cittadini catalani affinché “esercitino con la massima dignità e diligenza il diritto inalienabile di ogni popolo nel decidere il proprio futuro”.

 

Traduzione dallo spagnolo a cura di Italo Cosentino

 

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.