Indonesia, arrivano i militanti uiguri

Pubblicato il 8 giugno 2017 alle 10:23 in Asia Indonesia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Sei militanti dell’Indonesia sono stati arrestati per aver dato rifugio ad alcuni uiguri entrati nel paese per unirsi agli estremisti fedeli all’Isis.

I sei uomini indonesiani arrestati mercoledì 7 giugno erano già stati fermati dalle autorità lo scorso anno, con l’accusa di aver pianificato il lancio di un razzo sulla zona di Marina Bay a Singapore dalla vicina isola indonesiana di Batam. L’accusa non era stata confermata dal tribunale e i sei erano stati rilasciati. Gli stessi uomini sono ora in stato di arresto per aver ospitato e nascosto alcuni uiguri, con condanne a 5 e 3 anni di reclusione. L’etnia uigura è una minoranza etnica di religione musulmana stanziata nella regione della Cina occidentale dello Xinjiang, dove vi sono spesso scontri tra militanti e forze dell’ordine di Pechino. Gli uiguri ritengono di essere oggetto di persecuzione da parte delle autorità cinesi.

“Gli accusati hanno operato in modo organizzato aiutando deliberatamente dei terroristi”, ha dichiarato il giudice Tarigan Muda Limbong di fronte alla Corte del distretto occidentale di Jakarta.

Uno degli uiguri aiutati dai sei indonesiani è stato arrestato nella periferia di Jakarta dove tentava di mettersi in contatto con i militanti fedeli all’Isis della zona. Dell’altro uiguro si sono perse le tracce, ma sembra abbia tentato di unirsi al gruppo Mujahideen of Eastern Indonesia, un’organizzazione che ha giurato fedeltà all’Isis stanziata nell’isola centrale dell’Indonesia, Sulawesi.

I militanti indonesiani che combattono tra le fila dell’Isis in Siria sembra si stiano organizzando con i gruppi estremisti in patria per far giungere gli uiguri in Indonesia, perché possano unirsi al gruppo di Sulawesi. I combattenti del gruppo Mujahideen of Eastern Indonesia sono stati ridotti drasticamente di numero dall’offensiva delle forze dell’ordine, quindi lo scopo degli estremisti sarebbe quello di far giungere nuove forze per rinvigorire il gruppo.

L’Indonesia è il paese a maggioranza islamica più popoloso del mondo e da molto tempo deve affrontare il problema dei militanti islamisti. Negli ultimi 15 anni si sono verificati una lunga serie di attentati, compreso quello di Bali nel 2002 che ha visto la morte di più di 200 persone. La campagna delle forze dell’ordine contro gli estremisti aveva indebolito i gruppi più pericolosi, ma la nascita dell’Isis si è dimostrata una chiamata forte per gli estremisti che hanno iniziato a riorganizzarsi.

Bandiera del Xinjiang e della minoranza etnica uigura. Fonte: Wikipedia Commons

Bandiera del Xinjiang e della minoranza etnica uigura. Fonte: Wikipedia Commons

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.