Summit di Singapore: pronti ad aiutare le Filippine

Pubblicato il 5 giugno 2017 alle 7:07 in Asia Singapore

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Gli Stati Uniti e i paesi membri dell’ASEAN sono pronti ad aiutare le Filippine nella lotta in corso con i terroristi nella città di Marawi. Queste le parole del ministro della difesa di Singapore, Ng Eng Hen, pronunciate durante il forum Shangri-La Dialogue in corso sull’isola.

Nella conferenza stampa alla fine del vertice dei paesi dell’Associazione delle Nazioni del Sud-Est Asiatico (ASEAN) per la sicurezza noto come Shangri-La Dialogue, il ministro della difesa di Singapore – che ospita annualmente la conferenza – Ng Eng Hen ha dichiarato che il segretario alla difesa Usa, Jim Mattis, e i suoi colleghi dei paesi ASEAN si sono impegnati apertamente per aiutare la lotta al terrorismo nelle Filippine.

Un gruppo di militanti islamisti noto come Maute – che si autoproclama fedele all’Isis – ha tentato di prendere il controllo della città di Marawi, nell’isola delle Filippine meridionali di Mindanao, e in seguito a raid delle forze dell’ordine per contrastarli, il presidente Duterte il 23 maggio ha dichiarato la legge marziale nel sud del paese.

Secondo quanto riportato dal ministro Ng Eng Hen, gli Stati Uniti, Singapore, la Malesia e l’Indonesia hanno offerto tutti il proprio aiuto a Manila in termini di informazioni, intelligence o di alto supporto. I paesi dell’ASEAN comprendono bene le possibili implicazioni, se la situazione dovesse continuare a peggiorare. “Marawi costituisce, sotto diversi punti di vista, una sveglia per tutti noi”, ha affermato il capo della difesa di Singapore aggiungendo che i terroristi, che siano originari delle Filippine o foreign fighters provenienti dai paesi vicini, hanno la convinzione di poter creare una versione asiatica dell’Iraq o della Siria.

La Malesia, l’Indonesia e le Filippine hanno mostrato più volte la loro preoccupazione per la presenza di militanti islamisti nel Sud-Est Asiatico e hanno iniziato una serie di pattugliamenti congiunti nel Mar di Sulu con il fine di spezzare la rete del traffico d’armi, di esseri umani e di droga che viene sfruttata anche dai militanti.

Il ministro Ng Eng Hen ha anche sottolineato come si debba lavorare per aumentare la lotta al terrorismo soprattutto di fronte al numero crescente di attacchi condotti da lupi solitari che rende difficile il lavoro dell’intelligence.

Shangri-La Dialogue, Summit sulla sicurezza di Singapore

Shangri-La Dialogue, Summit sulla sicurezza di Singapore

di Redazione

Articoli correlati

Asia Filippine

FILIPPINE: GLI OPPOSITORI DI DUTERTE TEMONO LA DITTATURA

Gli oppositori del presidente Duterte hanno manifestato per denunciare la sua volontà di riportare il paese alla dittatura

Asia Myanmar

Bangladesh: arriva l’esercito per aiutare i Rohingya

I profughi Rohingya devono affrontare le piogge monsoniche, il Bangladesh invia l’esercito per aiutare a gestire la crisi

Asia Corea del Nord

Segretario Generale Onu: Soluzione Pacifica per la Corea del Nord

Il Segretario Guterres ha dichiarato che il mondo teme la guerra nucleare in Corea del Nord e chiesto una risoluzione politica alle tensioni crescenti. Donald Trump ha ribadito la posizione Usa e minacciato di distruggere Pyongyang

Asia Corea del Nord

Corea del Nord: Cina e Russia chiedono risoluzione pacifica

I ministri degli esteri di Cina e Russia si sono incontrati a New York e hanno richiesto una risoluzione pacifica della questione nordcoreana

Asia Myanmar

Malesia: Myanmar è la nuova meta per il jihad

L’Isis si aggiunge ad Al Qaeda nella chiamata alle armi per i musulmani perché difendano l’etnia minoritaria Rohingya di fede islamica perseguitata in Myanmar

Afghanistan Asia

Le autorità afghane vorrebbero addestrare e armare 20,000 civili

Le autorità afghane stanno valutando la possibilità di addestrare e armare 20,000 civili per aumentare le operazioni contro i talebani e l’ISIS


Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.