Il governo del Portogallo a fianco della comunità lusitana in Venezuela

Pubblicato il 4 giugno 2017 alle 6:43 in America Latina Venezuela

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il sottosegretario José Luís Carneiro e il segretario agli affari europei di Madeira Sérgio Marquez hanno compiuto una visita di quattro giorni nel paese sudamericano sconvolto dalle proteste antigovernative e dalla crisi economica.

Bandiera portoghese. Fonte: Wikimedia Commons

Bandiera portoghese. Fonte: Wikimedia Commons

I portoghesi del Venezuela sono al centro delle preoccupazioni del governo di Lisbona – ha affermato da Caracas il sottosegretario alle comunità portoghesi all’estero José Luís Carneiro, accompagnato in America del Sud dal segretario regionale agli affari europei di Madeira, Sérgio Marquez. La nostra presenza qui è una testimonianza – ha dichiarato Carneiro – del fatto che i portoghesi del Venezuela non sono stati dimenticati.

Il peggioramento delle condizioni sociali, economiche e politiche nel paese ha reso indispensabile la visita dell’esponente del governo di Lisbona. È fondamentale mantenere aperti i canali di comunicazione con le autorità venezuelane – ha sottolineato il Sottosegretario – poiché da queste dipendono la sicurezza e il benessere delle comunità portoghesi nel paese. Carneiro ha ringraziato le molte associazioni luso-venezuelane, il cui operato garantisce l’identificazione e la soluzione delle criticità sociali tanto comunitarie quanto individuali.

I portoghesi che vivono qui – ha ricordato Carneiro – avevano deciso di fare del Venezuela il paese del loro futuro, in cui vivere e dare un avvenire alle proprie famiglie, per molti di loro il Venezuela è la patria, e il Portogallo rappresenta solo un legame ereditario, per quanto forte. Tuttavia la difficile situazione economica che attraversa il paese e le gravi condizioni dal punto di vista della sicurezza rendono indispensabile l’intervento delle autorità di Lisbona a protezione dei cittadini portoghesi.

Carneiro, che ha espresso alle comunità locali “la vicinanza di tutti i portoghesi e del Presidente della Repubblica in testa”, ha promesso infine di intensificare le attività consolari delle rappresentanze diplomatiche portoghesi in Venezuela, almeno fino alla conclusione dei disordini.

Con circa 165.000 portoghesi che risiedono in Venezuela, la comunità lusitana locale è la seconda più importante dell’America Latina dopo quella del Brasile.

Traduzione dal portoghese a cura di Italo Cosentino

 

 

 

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.