Con l’inizio del Ramadan la situazione in Yemen sta peggiorando

Pubblicato il 30 maggio 2017 alle 8:03 in Medio Oriente Yemen

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Mentre il mondo musulmano sta celebrando l’inizio del Ramadan, milioni di cittadini yemeniti stanno morendo di fame e necessitano di urgenti aiuti umanitari.

Secondo le stime delle agenzie che operano in Yemen, 17 milioni di persone non possiedono abbastanza cibo e stanno vivendo la crisi umanitaria “più grave al mondo”. Yahya Hubar, un negoziante yemenita di Hodeidah, una cittadina costiera ad ovest del paese, ha riferito ad al-Jazeera che “la situazione sta peggiorando”. Più di 2 milioni di bambini sono affetti da malnutrizione e, ogni cinque minuti, uno di loro muore a causa di malattie curabili. Inoltre, dalla fine di aprile, lo Yemen sta affrontando una grave epidemia di colera, che ha infettato più di 29,000 persone. Nabil Ibrahim, un altro residente yemenita, ha riferito che “la situazione è molto difficile; i lavoratori non vengono pagati da mesi e mancano i beni di prima necessità ovunque”.

Questo è il terzo Ramadan che lo Yemen affronta da quando è iniziato il conflitto. Le Nazioni Unite hanno promesso di fornire 2,1 miliardi di dollari in aiuto al paese ma, per il momento, soltanto metà della cifra è stata donata. La guerra in corso è combattuta tra i ribelli sciiti Houthi, appoggiati dalle forze fedeli all’ex presidente yemenita Ali Abdullah Saleh, e dal governo legittimo dello Yemen capeggiato da Masour Hadi, sostenuto dalla coalizione assemblata dall’Arabia Saudita e riconosciuto a livello internazionale. Dall’inizio della guerra ad oggi, più di 10,000 persone sono morte, mentre il resto del paese si torva sull’orlo di una grave carestia.

Il 29 maggio, le squadre di ingegneri yemeniti, insieme ad altri colleghi della coalizione a guida saudita, hanno distrutto 1,500 mine posizionate dai ribelli nella regione di Midi, nel governatorato di Hajjah. Ad avviso dei militari, gli Houthi hanno sotterrato tali ordigni esplosivi in diverse aree del governatorato. Intanto, i jet della coalizione saudita hanno effettuato diversi bombardamenti contro i ribelli nei distretti di Naim e al-Hawl, nell’est dello Yemen.

Città distrutta, Yemen. Fonte: Wikimedia Commons

Città distrutta, Yemen. Fonte: Wikimedia Commons

di Redazione

Articoli correlati

Iraq Medio Oriente

Iraq: ultime due battaglie contro lo Stato Islamico

Le forze irachene sono impegnate contemporaneamente nelle battaglie per liberare le ultime due aree sotto il controllo dello Stato Islamico, nei governatorati di Kirkuk e Al-Anbar

Iraq Medio Oriente

Iraq: Erdogan minaccia sanzioni contro il Kurdistan

Erdogan ha minacciato l’imposizione di sanzioni al Governo regionale del Kurdistan, se questo non rinuncerà al referendum

Iran USA e Canada

Usa-Iran: parla Rex Tillerson

In seguito al discorso di Donald Trump all’Onu, il segretario di Stato americano, Rex Tillerson, ha incontrato il ministro degli Esteri iraniano, Javaad Zarif

Medio Oriente Turchia

Turchia: potenziate le misure di sicurezza al confine con la Siria

L’esercito turco ha potenziato le misure di sicurezza al confine con la Siria, attraverso l’invio di circa 200 veicoli militari

Siria USA e Canada

Siria: USA evacuano la base di Zank

Le forze americane e gli alleati arabi hanno evacuato la base di Zank che era stata allestita a giugno nel deserto siriano, vicino al confine con l’Iraq, inviando il personale presso al-Tanf

Iraq Medio Oriente

Iraq: al via la battaglia di Al-Anbar

L’Iraq ha annunciato l’inizio delle operazioni militari per sottrarre i distretti di Anah e Al-Rihana, nella zona occidentale del governatorato di Al-Anbar, al controllo dello Stato Islamico


Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.