Arrestati a Madrid due presunti jihadisti

Pubblicato il 25 maggio 2017 alle 6:32 in Europa

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Due marocchini esperti in jihad elettronica e sospettati di essere in procinto di convertirsi in terroristi suicidi sono stati arrestati dalla Polizia Nazionale nella capitale spagnola.

Emblema della Policia Nacional (Spagna). Fonte: Wikimedia Commons

Emblema della Policia Nacional (Spagna). Fonte: Wikimedia Commons

La polizia spagnola ha arrestato a Madrid nella notte tra il 22 e il 23 maggio due cittadini marocchini “in avanzato e pericoloso stadio di radicalizzazione”. I due erano in procinto di convertirsi in terroristi suicidi – ha dichiarato alla stampa il ministro dell’interno Juan Ignacio Zoido.

Gli arrestati, di 43 e 22 anni, costituivano una cellula terrorista esperta nella realizzazione della jihad elettronica, che consiste nella diffusione di contenuti audiovisivi atti a moltiplicare gli adepti dell’ISIS – ha affermato Zoido.

Secondo il ministro i due detenuti erano in procinto di diventare “combattenti inghimasi”, cioè persone disposte a utilizzare qualunque mezzo – anche poco sviluppato tecnologicamente – per compiere un attentato suicida, sullo stile di quelli avvenuti a Nizza il 14 luglio 2016 o in altre città europee.

Il quarantatreenne, principale oggetto delle indagini, era un assiduo frequentatore di siti internet legati all’ISIS ed era in “continuo e costante contatto” con i gestori e i diffusori di tali siti. Sebbene non avesse un numeroso circolo sociale gli investigatori hanno stabilito che mantenesse stretti legami con il secondo arrestato che ne condivideva gli ideali radicali.

L’operazione è stata condotta dal Commissariato Generale Informatico della Polizia Nazionale spagnola.

Con gli arresti dello scorso 23 maggio salgono a 164 le persone arrestate in Spagna per legami con la jihad islamica dal 26 giugno 2015, giorno in cui il ministero dell’interno aumentò a 4 il livello di allerta antiterrorismo nel paese iberico.

Traduzione dallo spagnolo e redazione a cura di Italo Cosentino

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.