Qasemi censura le affermazioni di Trump sull’Iran

Pubblicato il 23 maggio 2017 alle 7:57 in Iran Medio Oriente

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il portavoce del Ministero degli Esteri iraniano, Bahram Qasemi, ha censurato le affermazioni di Donald Trump fatte durante la sua visita in Arabia Saudita, pochi giorni fa, riguardo alle attività destabilizzanti dell’Iran.

“In meno di 48 ore dalle gloriose elezioni presidenziali, il presidente americano ha tentato nuovamente di risvegliare l’Iranofobia, dimostrando che le politiche americane sono particolarmente anti-iraniane”, ha spiegato Qasemi, il quale ha aggiunto che “l’Iran è un paese democratico e stabile che gode del supporto popolare e che mira al mantenimento della pace, delle buone relazioni con i propri vicini e alla lotta contro l’estremismo in tutto il mondo”. Nel corso del proprio discorso di fronte ai leaders dei paesi islamici tenuto a Riyad ieri, Trump ha chiesto di collaborare per isolare l’Iran, il quale sta attentando alla stabilità della regione attraverso l’appoggio a gruppi estremisti.

Ad avviso di Qasemi, diversi paesi del Medio Oriente hanno preferito appoggiarsi a paesi stranieri, invece di contare sulle proprie persone e sulla cooperazione regionale. Così facendo, le situazioni in Yemen e in Siria sono peggiorate e, inoltre, le politiche ostili degli USA stanno rafforzando i gruppi terroristici nella regione.

Allo stesso modo, il ministro degli esteri iraniano, Javad Zarif, ha affermato che Trump dovrebbe esplorare con l’Arabia Saudita su un modo per evitare che si ripetano attacchi come quello dell’11 settembre, invece di attaccare Teheran. Dal momento che 15 dei 19 attentatori del 2001 erano cittadini sauditi, Zarif sostiene che gli USA dovrebbero smettere di accusare Teheran di finanziare il terrorismo, e dovrebbero preoccuparsi di più degli alleati sauditi.

Bahram Qasemi, portavoce del Ministero degli Esteri iraniano. Fonte: Wikimedia Commons

Bahram Qasemi, portavoce del Ministero degli Esteri iraniano. Fonte: Wikimedia Commons

di Redazione

Articoli correlati

Iraq Medio Oriente

Iraq: ultime due battaglie contro lo Stato Islamico

Le forze irachene sono impegnate contemporaneamente nelle battaglie per liberare le ultime due aree sotto il controllo dello Stato Islamico, nei governatorati di Kirkuk e Al-Anbar

Iraq Medio Oriente

Iraq: Erdogan minaccia sanzioni contro il Kurdistan

Erdogan ha minacciato l’imposizione di sanzioni al Governo regionale del Kurdistan, se questo non rinuncerà al referendum

Iran USA e Canada

Usa-Iran: parla Rex Tillerson

In seguito al discorso di Donald Trump all’Onu, il segretario di Stato americano, Rex Tillerson, ha incontrato il ministro degli Esteri iraniano, Javaad Zarif

Medio Oriente Turchia

Turchia: potenziate le misure di sicurezza al confine con la Siria

L’esercito turco ha potenziato le misure di sicurezza al confine con la Siria, attraverso l’invio di circa 200 veicoli militari

Siria USA e Canada

Siria: USA evacuano la base di Zank

Le forze americane e gli alleati arabi hanno evacuato la base di Zank che era stata allestita a giugno nel deserto siriano, vicino al confine con l’Iraq, inviando il personale presso al-Tanf

Iraq Medio Oriente

Iraq: al via la battaglia di Al-Anbar

L’Iraq ha annunciato l’inizio delle operazioni militari per sottrarre i distretti di Anah e Al-Rihana, nella zona occidentale del governatorato di Al-Anbar, al controllo dello Stato Islamico


Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.