Homs: esplosa autobomba, 4 morti e 32 feriti

Pubblicato il 23 maggio 2017 alle 12:19 in Medio Oriente Siria

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Un’autobomba è esplosa a Homs, a due giorni di distanza dalla fine dell’evacuazione dei ribelli che ha fatto tornare la città sotto il controllo del governo siriano.

Al Arabiya English ha riportato che le autorità siriane hanno distrutto un secondo veicolo carico di esplosivo a sud di Damasco. Nell’esplosione a Homs, avvenuta nella zona di al-Zaharaa, sono morte 4 persone, mentre altre 32 sono rimaste ferite. Il governatore della città, Talal al-Barazi, ha riferito alla stampa che l’attacco è stato effettuato in risposta alle ultime conquiste del governo siriano nella zona. Due giorni fa, centinaia di ribelli siriani, insieme alle loro famiglie, hanno lasciato l’ultimo distretto di Homs sotto il controllo dell’opposizione, al-Waer, il quale è stato terreno di scontro tra le forze rivali per più di un anno. L’evacuazione faceva parte di un accordo secondo cui il presidente Bassar al-Assad sarebbe rientrato in possesso di tutta la città, permettendo in cambio ai ribelli di lasciare pacificamente la zona, per essere trasportati ad Idlib.

Secondo le autorità siriane, a bordo della seconda autobomba che è stata intercettata e distrutta vicino Sayeda Zainab, nei pressi della strada che porta all’aeroporto di Damasco, si trovavano due persone.

Il conflitto siriano è scoppiato nel marzo 2011, quando le forze del regime di Assad hanno respinto brutalmente le proteste da parte dell’opposizione. Da allora, circa mezzo milione di persone, per la maggior parte civili, sono morti per via dei bombardamenti.

Homs, Siria. Fonte: Wikimedia Commons

Homs, Siria. Fonte: Wikimedia Commons

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.