Immigrazione: circa 5,000 profughi salvati nelle acque del Mediterraneo

Pubblicato il 22 maggio 2017 alle 7:43 in Europa

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

La Guardia Costiera italiana e la Guardia Costiera libica hanno reso noto che, la scorsa settimana, circa 5,000 rifugiati sono stati salvati nelle acque del Mediterraneo, tra la Libia e l’Italia.

Secondo quanto riportato nei comunicati ufficiali, delle 2,900 persone che sono state assistite il 18 maggio, 2,300, trovate nelle acque internazionali, sono state portate in Italia, mentre le altre 580, essendo state salvate in acque libiche, sono state rimandate nel paese nordafricano. Tra venerdì sera e sabato mattina, altri 2,100 migranti sono stati prelevati a bordo di 17 imbarcazioni, dove è stato rinvenuto un cadavere di un uomo che era annegato. I sopravvissuti hanno riferito che, durante la loro permanenza in Libia, sono tati imprigionati, maltrattati e costretti allo schiavismo.

La Libia è pazza, la polizia ci ha arrestati e confinati in un posto dove ci hanno lasciato senza cibo e acqua per due o tre giorni, picchiandoci spesso”, ha spiegato Alseer Issa Ibrahim, un profugo di 28 anni proveniente dal Darfur, una regione del Sudan. Un altro migrante, John Osifo, 29 anni e originario della Nigeria, ha rivelato di aver trascorso 11 mesi in Libia lavorando presso un autolavaggio. Dal momento che John Osifo era in possesso di documenti di identità per raggiungere regolarmente l’Europa, un trafficante locale ha distrutto il suo passaporto, facendolo diventare un migrante irregolare e costringendolo ai lavori forzati. “In Libia sono convinti che le persone di colore siano schiavi, ci chiamano così”, ha spiegato il nigeriano.

Il numero di rifugiati che approdano in Italia, dall’inizio del 2017, è aumentato del 30% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. L’International Organization for Migration (IOM) ha riportato che, dal primo gennaio al 17 maggio 2017, nel nostro paese sono giunti via mare 45,764 migranti, rendendo l’Italia la destinazione principale per coloro che si imbarcano dal Nord Africa alla volta dell’Europa. Le morti in mare ammontano a 1,381.

Migranti. Fonte: Wikimedia Commons

Migranti. Fonte: Wikimedia Commons

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.