Il regime siriano riprende il controllo di Homs

Pubblicato il 22 maggio 2017 alle 13:44 in Medio Oriente Siria

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il regime siriano ha ripreso il controllo della città di Homs, concludendo l’evacuazione delle ultime famiglie di ribelli dall’area.

Al-Arabiya English riporta che, ieri, le operazioni sono state supervisionate dalla Russia e supportate dall’Iran, ed hanno costituito l’ultima mossa del regime di Bassar al-Assad contro i ribelli siriani. Dallo scorso dicembre, gli oppositori del regime hanno perso Aleppo e tutte le aree controllate nei pressi di Damasco. La ripresa di Homs è quasi simbolica, dal momento che i bombardamenti del governo siriano erano iniziati già nel 2014 per mandare via i ribelli. Il governatore della provincia di Homs, Talal Barazi, ha riferito che “l’ultimo autobus con i ribelli a bordo ha lasciato la zona di Waer”, dove sabato sono stati evacuati 3,000 individui, tra cui 700 ribelli. Tali iniziative, iniziate due mesi fa, prevedevavano che gli oppositori del regime lasciassero l’area per dirigersi in altre zone sotto il controllo delle proprie milizie in Siria, tra cui la provincia Idlib, a nord-ovest del paese. La liberazione di Waer ha permesso al regime siriano di riappropriassi di ulteriori territori.

Ieri, proprio nella zona di Idlib, 14 combattenti del gruppo dei ribelli Ahrar al-Sham sono rimasti uccisi nel corso di alcune esplosioni. Gli attacchi sono avvenuti contro la base dell’opposizione siriana ad est di Saraqeb. In un comunicato di Ahrar al-Sham, si legge che un attentatore solitario, a bordo di una moto, si è fatto esplodere insieme ad una seconda bomba attaccata al proprio mezzo, ferendo decine di ribelli. Ad avviso del gruppo Ahrar al-Sham, il responsabile dell’attentato sarebbe l’ISIS, il quale non lo ha ancora rivendicato.

Idlib è una roccaforte dei ribelli siriani, dove, nel corso di quest’anno, si sono verificati alcuni scontri tra diverse fazioni tra cui Ahrar al-Sham da una parte, e altri gruppi che si sono uniti all’alleanza Hayat Tahrir al-Sham, allineata ad al-Qaeda, dall’altra. Il governo siriano sta avendo la meglio sui ribelli, particolarmente nelle zone a sud di Damasco. Assad ha riferito che le operazioni di evacuazione sono in linea con l’obiettivo di “riconciliarsi” con le forze dell’opposizione, le quali dovrebbero arrendersi al governo per ridurre le offensive. Tuttavia, le Nazioni Unite hanno criticato le iniziative, dal momento che l’evacuazione ha aumentato il numero di persone disperse nel paese.

La BBC ha definito Tahrir al-Sham “l’ultima incarnazione di al-Qaeda in Siria”, dal momento che, a febbraio, Fatah al-Sham, branca di al-Qaeda, ha formato una nuova coalizione con altri piccoli gruppi di estremisti presenti nella provincia di Idlib. In passato, si sono verificati diversi scontri tra le fazioni allineate ad al-Qaeda e altri nuclei di ribelli moderati; non a caso, Tahrir al-Sham è considerata responsabile dell’arresto e dell’assassinio di diversi comandanti moderati dell’opposizione siriana.

Homs, Siria. Fonte: Wikipedia

Homs, Siria. Fonte: Wikipedia

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.