Messico: assassinato il giornalista Javier Valdez

Pubblicato il 17 maggio 2017 alle 10:00 in America Latina Messico

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Javier Valdez, del giornale Río Doce, era tra i cronisti più affermati del paese, il maggior esperto di narcotraffico e crimine legato ai cartelli della droga nello stato di Sinaloa.

Javier Valdez. Fonte: Riodoce

Javier Valdez. Fonte: Riodoce

Il cronista Javier Valdez, 50 anni, è stato ucciso in pieno giorno nella capitale dello stato di Sinaloa, Culicán, nel nord-ovest del paese. Gli assassini avrebbero intercettato l’auto del giornalista e, una volta costretto il mezzo a fermarsi, avrebbero portato a termine quella che la stampa locale definisce una vera e propria esecuzione.

Valdez è il sesto giornalista ucciso in Messico dall’inizio del 2017, tutti cronisti che trattavano casi legati al narcotraffico e ai crimini a questo correlati. Nel 2016 erano stati uccisi 11 giornalisti, dal 2000 a oggi, sono più di cento le vittime appartenenti al mondo della stampa.

A Javier Valdez si devono le principali inchieste giornalistiche sul boss del narcotraffico El Chapo e sul cartello di Sinaloa. Il quotidiano spagnolo El País racconta come tutti i giornalisti che svolgessero servizi dallo stato ricorressero alla consulenza del cronista ucciso, una vera e propria autorità in materia.

La stampa messicana lamenta l’indifferenza delle autorità. Finora non è stato arrestato alcun responsabile dei sei omicidi commessi quest’anno, l’unica mossa dell’esecutivo è stata nominare – dopo il quinto omicidio – un procuratore speciale per i delitti contro la libertà di espressione e di stampa. Il Presidente Enrique Peña Nieto ha condannato l’uccisione di Valdez, ed è la prima volta che il capo dello stato si esprime dopo l’omicidio di un giornalista.

La polizia ha messo sotto scorta i colleghi di Valdez de settimanale Río Doce

Traduzione dallo spagnolo e redazione a cura di Italo Cosentino

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.