Mohammed bin Zayed ieri in visita a Washington

Pubblicato il 16 maggio 2017 alle 13:59 in Emirati Arabi Uniti Medio Oriente

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il sovrano degli Emirati Arabi Uniti, Mohammed bin Zayed, principe di Abu Dhabi, ieri, ha colloquiato con il presidente americano, Donald Trump, alla Casa Bianca.

I due leaders hanno confermato la partnership tra i propri paesi nel campo della sicurezza e della lotta contro il terrorismo, discutendo anche sulla questione dell’Iran, le cui politiche stanno destabilizzando gli Stati della regione. Il sovrano degli UAE ha sottolineato l’importanza dell’iniziativa sostenuta dal proprio paese e dagli USA, riguardo alla promozione della tolleranza religiosa ed etica per contrastare le ideologie estremiste ed i finanziamenti illeciti. Dall’altra parte, Trump ha affermato che il modello degli UAE è un esempio di stabilità, progresso e apertura per tutto il Medio Oriente.

Oltre al presidente americano, Mohammed bin Zayed ha incontrato il segretario della difesa, James Mattis, con cui ha concluso un nuovo accordo sulla cooperazione bilaterale tra UAE e USA nel settore della difesa. “Il patto segna un nuovo capitolo delle relazioni tra i due paesi e riflette la profondità della collaborazione in corso, la quale è basata sul mutuo rispetto per l’efficienza delle rispettive forze armate”, ha riferito Mattis. I due hanno inoltre affrontato la questione della situazione in Yemen, in Libia, in Siria e in Iraq.

L’incontro con Trump è avvenuto poco prima dell’Arab-Islamic summit, che avrà luogo in Arabia Saudita e al quale parteciperà anche il leader americano per discutere su questioni regionali. Il 19 maggio, Trump effettuerà la prima visita ufficiale all’estero nelle vesti di presidente americano in Arabia Saudita; in seguito, si recherà in Israele e al Vaticano. Il segretario di Stato americano, Rex Tillerson, ha spiegato che l’obiettivo dei viaggi di Trump è quello di creare un’alleanza per controbilanciare le politiche espansionistiche dell’Iran. “Credo che tutti i paesi della regione siano d’accordo sul fatto che le attività iraniane stiano destabilizzando la regione”, ha riferito Tillerson in un’intervista televisiva domenica sera.

Mohammed bin Zayed, sovrano degli UAE. Fonte: Wikimedia Commons

Mohammed bin Zayed, sovrano degli UAE. Fonte: Wikimedia Commons

di Redazione

Articoli correlati

Israele Medio Oriente

Israele abbatte un drone di Hezbollah sul Golan

Le forze di difesa israeliane hanno abbattuto un drone che ha tentato di entrare nelle zone demilitarizzate israeliane sulle Alture del Golan, al confine tra Siria e Israele

Iraq Medio Oriente

Iraq: la Turchia bombarda le postazioni del PKK

Gli aerei turchi hanno bombardato le postazioni del Partito dei Lavoratori del Kurdistan (PKK) nel nord dell’Iraq

Medio Oriente Siria

Hayat Tahrir al-Sham sta conquistando la provincia di Idlib

Mentre l’ISIS sta progressivamente perdendo terreno nei principali centri urbani in Siria, quali Raqqa e Deir Ezzor, la branca di al-Qaeda, Hayat Tahrir al-Sham (HTS), si sta impadronendo di vaste porzioni di territorio nel nord-ovest del Paese, nella provincia di Idlib

Israele Medio Oriente

Israele: prima base militare americana permanente

Gli Stati Uniti hanno stabilito una base militare permanente in Israele. Si tratta di una Base di Difesa Aerea situata all’interno della base dell’aeronautica militare israeliana di Mashabim, nel cuore del deserto del Negev

Medio Oriente Qatar

Qatar: una regione somala interrompe le relazioni con Doha

La regione sud-occidentale della Somalia ha annunciato di aver rotto i rapporti con il Qatar, accusando il Paese di sostenere il terrorismo, nonostante la posizione neutra adottata dal governo centrale di Mogadiscio

Russia Siria

Siria: la Russia risponde alle accuse USA

Accusata di aver bombardato postazioni degli alleati della coalizione a guida americana, Mosca risponde che l’aviazione ha bombardato ISIS e insinua che le forze filo-americane collaborino con i terroristi


Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.