Mattarella in visita ufficiale a Buenos Aires annuncia importanti investimenti in Argentina

Pubblicato il 9 maggio 2017 alle 13:24 in America Latina Argentina

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

L’Italia appoggerà l’Argentina nel suo piano di crescita economica. Questo è stato il messaggio portato a Buenos Aires dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella, a capo di una delegazione di 45 imprenditori italiani, nell’ambito di un progetto di cooperazione tra i due paesi che vedrebbe un piano di investimenti da parte di imprenditori italiani per un totale di 100 milioni di dollari.

Mattarella è arrivato a Buenos Aires per una visita ufficiale la scorsa domenica 7 maggio, accompagnato dalla figlia Laura e dal ministro degli Esteri Angelino Alfano. Nel pomeriggio di domenica ha visitato il Parco della Memoria, ossia il monumento in ricordo dei desaparecidos, ed ha incontrato una delegazione delle madri di Plaza de Mayo.

Nella giornata di ieri, lunedì 8 maggio, è stato ricevuto da Mauricio Macri presso la Casa Rosada, sede del Governo della Repubblica Argentina, dove ha messo in risalto il sentimento di “fratellanza” che unisce l’Italia e l’Argentina. Il presidente Mattarella si è inoltre congratulato con Macri per i notevoli passi in avanti percorsi in ambito economico dalla fine del kirchnerismo. “L’Italia ha un’alta considerazione dell’Argentina e del suo grande potenziale e farà tutto il possibile per contribuire alla sua crescita”, ha affermato Mattarella, primo presidente della Repubblica italiana in visita in Argentina dopo 16 anni. “L’Italia ci ha dimostrato più volte grande affetto e soprattutto fiducia nei cambiamenti che stiamo portando avanti”, ha risposto Macri nel corso del loro incontro presso la sede dell’esecutivo.

Sergio Mattarella e Mauricio Macri. Fonte: si24.it

Sergio Mattarella e Mauricio Macri. Fonte: si24.it

La visita di Mattarella a Buenos Aires è stata dunque anche una visita di tipo commerciale. Il presidente è arrivato nella capitale argentina accompagnato da 45 imprenditori italiani che hanno partecipato ad un Forum Economico organizzato dalla Cancelleria argentina. Al termine dell’incontro tra i due presidenti, gli imprenditori si sono riuniti per ideare un piano di investimenti concreto per un valore complessivo di 100 milioni di dollari nel paese sudamericano. Gli investimenti andranno a coprire diverse aree come ad esempio lo sviluppo aeronautico, le ferrovie e la costruzione di una fabbrica di batterie al litio della compagnia italiana FAM nella provincia di Jujuy, al nord del paese. La compagnia statale italiana ANAS, nel frattempo, lavorerà al miglioramento di strade e autostrade nella provincia di Santa Fe (centro-ovest).

“L’Argentina è oggi una terra di grandi opportunità”, ha affermato Mattarella. L’Italia non figura nemmeno tra i primi 10 investitori stranieri in Argentina, nonostante il forte legame storico e culturale forgiato dai milioni di immigranti arrivati dal bel paese durante la prima metà del secolo scorso.

Mattarella ha poi proseguito parlando dei negoziati tra l’Unione Europea ed il Mercosur, riallacciati quest’anno. A marzo ha infatti avuto luogo a Buenos Aires il primo incontro dei delegati dal 2012. Per cinque giorni si sono scambiati proposte relazionate tanto al commercio quanto al dialogo politico e alla cooperazione. “L’Italia farà tutto ciò che è in suo potere per far sì che il Mercosur e l’Unione Europea giungano il prima possibile alla firma di un accordo sul libero scambio. Si tratta di un obiettivo estremamente importante per tutti i paesi inclusi poiché contemplerà un mercato costituito da 700 milioni di persone”, ha concluso Mattarella.

Dopo Buenos Aires, il capo dello Stato si sposterà a Bariloche, da dove poi proseguirà per Montevideo, capitale dell’Uruguay.

 

Traduzione dallo spagnolo e redazione a cura di Italo Cosentino

di Redazione

Articoli correlati

America Latina Messico

Il terremoto riavvicina USA e Messico

Il terremoto che ha colpito il Messico ha dato il via alla solidarietà internazionale e riavvicinato Washington al vicino meridionale

America Latina Perù

Crisi politica in Perù: Mercedes Araoz nuova premier

Lo scontro tra il governo del presidente Kuczynski e la maggioranza parlamentare vicina all’ex dittatore Alberto Fujimori sul tema dello studio della teoria gender nelle scuole ha portato alla sfiducia del premier Zavala e alla nomina di un nuovo governo più affine al fujimorism

America Latina America centrale e Caraibi

Puerto Rico: preoccupazione per l’uragano Maria

Dopo l’uragano Irma, la nuova tempesta tropicale che ha colpito le Antille minori e si appresta a colpire Puerto Rico si chiama Maria. Il premier di Dominica salvato in elicottero

America Latina Brasile

Brasile: il ministro dell’agricoltura sotto accusa

Un altro ministro del governo Temer sotto inchiesta: si tratta del titolare dell’agricoltura Blairo Maggi, per reati commessi durante i suoi mandati di governatore del Mato Grosso

Cuba USA e Canada

CUBA: AMBASCIATA USA VERSO LA CHIUSURA?

Il segretario di stato Tillerson ammette che sta valutando la chiusura della sede diplomatica riaperta da appena due anni a causa degli attacchi acustici che hanno causato la sordità di alcuni diplomatici nordamericani

America Latina Venezuela

VENEZUELA: L’AMERICA LATINA DEVE AGIRE

Le potenze regionali devono intervenire diplomaticamente in Venezuela prima che lo facciano attori esterni, scongiurando così quanto accaduto a Cuba nel 1959


Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.