L’Iran vuole rilanciare i rapporti strategici con l’Afghanistan

Pubblicato il 9 maggio 2017 alle 9:31 in Iran Medio Oriente

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il ministro degli esteri iraniano, Javad Zarif, ha riferito che le relazioni con il governo afghano preserveranno la sicurezza e gli interessi dell’Iran.

Zarif, in visita ufficiale a Kabul, ieri, parlando con i giornalisti ha reso noto che hanno avuto luogo negoziati positivi con il presidente afghano, Ashraf Ghani, ed il capo esecutivo del paese Abdullah Abdullah. Ad avviso del ministro degli esteri iraniano, il successo dell’incontro dimostra la volontà dell’Afghanistan di approfondire le relazioni bilaterali con l’Iran. I due Stati, nei mesi scorsi, hanno cercato di sviluppare ulteriormente le proprie relazioni strategiche, colloquiando su questioni economiche, di sicurezza, delle risorse naturali, dell’ambiente e dei rifugiati. Dopo diversi incontri, Teheran e Kabul hanno concordato di stabilire 5 comitati in cinque intervalli di tempo, per applicare i principi strategici stabiliti, da trasformare in norme ufficiali di entrambi i paesi. Il quotidiano iraniano Teheran Times riporta che, alla luce di tutto ciò, le relazioni tra l’Iran e l’Afghanistan prenderanno una piega positiva.

“Non abbiamo ancora un documento, ma entro 3 o 6 mesi raggiungeremo un accordo definitivo”, ha spiegato Zarif alla stampa, aggiungendo che ogni comitato si occuperà di una questione diversa. Il gruppo dedicato alla sicurezza, ad esempio, affronterà i temi legati al terrorismo, al traffico di droga, al radicalismo e anche a fatti politici. Il comitato previsto per le questioni economiche, invece, avrà a che fare con il commercio e con l’aumento delle relazioni bilaterali, particolarmente importanti per l’Afghanistan. Mentre le compagnie iraniane offriranno servizi tecnici e di ingegneria, Kabul potrà sfruttare l’accesso al mare dell’Iran. Dal punto di vista culturale, un comitato si dedicherà allo sviluppo di scambi tra i due paesi. “Dal momento che le nostre nazioni hanno affinità linguistiche e religiose, potremo allargare i legami in tali aree; al momento, più di 17,000 studenti afghani stanno studiando in Iran”, ha spiegato Zarif. Infine, per quanto riguarda la questione dell’immigrazione, il ministro degli esteri iraniano ha riferito che “Teheran ha mantenuto i confini dello Stato aperti, ospitando, nel corso di 40 anni, circa 1 milione di rifugiati afghani registrati e altri 2 milioni  di profughi non registrati”. Il comitato dedicato ai rifugiati, perciò, si occuperà della gestione dei flussi migratori nel modo più appropriato.

Nei mesi recenti, le relazioni tra l’Iran e l’Afghanistan sono state caratterizzate da tensioni, per via dei presunti contatti tra Teheran ed i talebani riportati dai media. La visita di Zarif a Kabul sembra inaugurare la normalizzazione ed il rilancio delle relazioni tra i due Stati.

Javad Zarif. Fonte: Wikimedia Commons

Javad Zarif. Fonte: Wikimedia Commons

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.