Giordania: iniziata l’esercitazione Eager Lion

Pubblicato il 8 maggio 2017 alle 8:42 in Giordania Medio Oriente

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

La Giordania e gli Stati Uniti, ieri, hanno dato inizio all’esercitazione militare annuale “Eager Lion”, che prevede la partecipazione di 7,400 truppe appartenenti a più di 20 nazioni diverse.

Gli ufficiali americani e giordani hanno riferito che le operazioni includeranno controlli di sicurezza, cyber defense ed esercizi di “comando e controllo” per migliorare la coordinazione in caso di minaccia terroristica. Khalid al-Shara, brigadiere generale giordano, ha riferito che “gli sforzi e la coordinazione congiunta, insieme allo scambio di esperienze, sono necessari in tempi in cui la regione sta affrontando la minaccia terroristica”. Bill Hickman, Maggiore Generale americano, vice comandante generale dell’esercito statunitense nella regione, ha reso noto che, quest’anno, l’esercitazione Eager Lion sarà la più complessa effettuata mai fino ad ora, perchè, per la prima volta in assoluto, verrà condotta da due bombardieri a lungo raggio B-1B dell’Air Force americana.

In un comunicato rilasciato dalle truppe giordane, si legge che all’esercitazione, la quale si concluderà il 18 maggio, prenderanno parte soldati europei, asiatici, africani e dei paesi del Golfo Persico. L’anno scorso, circa 6,000 truppe giordane e statunitensi avevano partecipato all’esercitazione, la prima delle quali venne inaugurata nel 2011. La Giordania è un’alleata chiave degli USA, in quanto partecipa alla coalizione internazionale a guida statunitense che combatte l’ISIS in Siria e in Iraq. Grazie a questa alleanza, all’interno del territorio giordano, nel corso degli anni recenti e passati, l’esercito americano ha addestrato un gruppo di ribelli siriani e gruppi delle forze di sicurezza irachene. Due anni fa, gli USA hanno annunciato di voler aumentare l’assistenza alla Giordania da 660 milioni a 1 miliardo di dollari per il periodo 2015-2017.

L’inizio dell’esercitazione è stato preceduto, il 6 maggio, dall’incontro tra il sovrano giordano Abdullah ed il segretario della Homland Security americano, John F. Kelly, i quali hanno discusso sull’alleanza strategica nel campo della sicurezza tra USA e Giordania. Durante il meeting, re Abdullah ha affrontato i temi della lotta al terrorismo, sottolineando l’importanza della collaborazione tra i paesi impegnati nella guerra al terrore.

Esercitazione militare "Eager Lion". Fonte: state.gov

Esercitazione militare “Eager Lion”. Fonte: state.gov

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.