Colombia: scoperto grande giacimento di gas nel Mar dei Caraibi

Pubblicato il 4 maggio 2017 alle 15:59 in America Latina Colombia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il presidente della Colombia, Juan Manuel Santos, ha annunciato questo mercoledì 3 maggio la scoperta di un grande giacimento di gas a sud del Mar dei Caraibi, il più grande scoperto nel paese negli ultimi 28 anni, dopo la scoperta dei giacimenti di Cusiana e Cupiagua, nel 1989.

Le compagnie incaricate dell’estrazione, l’impresa statale colombiana Ecopetrol e l’americana Anadarko, hanno portato a termine con successo la perforazione del giacimento Gorgon1 in una zona nella quale erano già presenti altre tre piattaforme. “Questa scoperta ci permetterà di ampliare il mercato colombiano di gas naturale, un combustibile economico e con un minore impatto sull’ambiente”, ha affermato Santos. “Questa situazione ci permetterà inoltre di garantire l’autosufficienza energetica della Colombia per i prossimi decenni”, ha proseguito il presidente.

Il presidente della Colombia, Juan Manuel Santos. Fonte: elpolitico.com

Il presidente della Colombia, Juan Manuel Santos. Fonte: elpolitico.com

Secondo il Governo, la scoperta costituisce la dimostrazione della “fiducia degli investitori stranieri nel nostro paese”. A seguito della fine della guerra tra lo Stato e le FARC, e nel bel mezzo del processo di attuazione degli accordi di pace, uno degli obiettivi primari delle autorità del paese consiste nel trasmettere un’idea di sicurezza per favorire l’entrata di capitale. In questo contesto, continuano i lavori di esplorazione in altre zone costiere. La compagnia spagnola Repsol, ad esempio, sta portando avanti insieme alla Ecopetrol la perforazione di un altro pozzo nei Caraibi settentrionali.

Secondo le previsioni del Governo, le riserve di gas della Colombia garantiranno l’autosufficienza fino al 2027, in un paese in cui più di 8,4 milioni di famiglie usano il gas nelle proprie case, più di 550.000 veicoli sono alimentati a gas naturale e più di 4.700 compagnie usano il gas come combustibile.

In questo modo, il Governo spera che questa scoperta si trasformi in opportunità di lavoro per gli abitanti della costa caraibica colombiana, con epicentro nella città di Barranquilla, grazie ad una maggiore domanda dei servizi e mano d’opera.

 

Traduzione dallo spagnolo a cura di Italo Cosentino

 

di Redazione

Articoli correlati

America Latina Messico

Il terremoto riavvicina USA e Messico

Il terremoto che ha colpito il Messico ha dato il via alla solidarietà internazionale e riavvicinato Washington al vicino meridionale

America Latina Perù

Crisi politica in Perù: Mercedes Araoz nuova premier

Lo scontro tra il governo del presidente Kuczynski e la maggioranza parlamentare vicina all’ex dittatore Alberto Fujimori sul tema dello studio della teoria gender nelle scuole ha portato alla sfiducia del premier Zavala e alla nomina di un nuovo governo più affine al fujimorism

America Latina America centrale e Caraibi

Puerto Rico: preoccupazione per l’uragano Maria

Dopo l’uragano Irma, la nuova tempesta tropicale che ha colpito le Antille minori e si appresta a colpire Puerto Rico si chiama Maria. Il premier di Dominica salvato in elicottero

America Latina Brasile

Brasile: il ministro dell’agricoltura sotto accusa

Un altro ministro del governo Temer sotto inchiesta: si tratta del titolare dell’agricoltura Blairo Maggi, per reati commessi durante i suoi mandati di governatore del Mato Grosso

Cuba USA e Canada

CUBA: AMBASCIATA USA VERSO LA CHIUSURA?

Il segretario di stato Tillerson ammette che sta valutando la chiusura della sede diplomatica riaperta da appena due anni a causa degli attacchi acustici che hanno causato la sordità di alcuni diplomatici nordamericani

America Latina Venezuela

VENEZUELA: L’AMERICA LATINA DEVE AGIRE

Le potenze regionali devono intervenire diplomaticamente in Venezuela prima che lo facciano attori esterni, scongiurando così quanto accaduto a Cuba nel 1959


Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.