Somalia: il ministro degli esteri della Germania visita Mogadiscio

Pubblicato il 3 maggio 2017 alle 9:47 in Africa Somalia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Lunedì 1 maggio, il ministro degli esteri tedesco, Sigmar Gabriel, si è recato nella capitale somala a Mogadiscio, in una visita senza preavviso, per incontrare i principali funzionari governativi somali.

Gabriel arrivato all’aeroporto internazionale di Aden Adde, ha ricevuto una calorosa accoglienza dal primo ministro, Hassan Ali Khaire, e dal ministro degli esteri somalo, Yusuf Garad Omar.

Dopo il suo arrivo, il ministro degli esteri tedesco ha tenuto un incontro privato con Khaire e Omar all’aeroporto e ha discusso su vari temi, tra cui le relazioni bilaterali.

Durante l’incontro con i ministri somali, Gabriele ha fatto sapere che la Germania raddoppierà la sua assistenza umanitaria per aiutare a combattere la siccità nel paese e ha invitato altri donatori internazionali ad adottare tale misura.

Il governo centrale crollò nel 1991 a causa della guerra civile, tuttora in corso. Il conflitto nacque dalla resistenza nei confronti del regime di Siad Barre, portata avanti durante gli anni ’80. Nel 1988-90 le forze armate somale ingaggiarono scontri con diversi gruppi ribelli, tra i quali il Congresso della Somalia Unita, il Movimento Nazionale Somalo (nel Somaliland) e il Fronte Democratico di Salvezza Somalo (nel Puntland). Nel 1991, i clan ed i gruppi armati ribelli rovesciarono il regime di Barre; il successivo vuoto di potere portò ad una lotta tra le varie fazioni. Il conflitto indusse le Nazioni Unite ad organizzare una missione di peace-keeping a metà anni ’90. Nel 2000 venne insediato il Governo nazionale di transizione (GNT), seguito dal Governo federale di transizione nel 2004 (GFT).

Il ministro degli esteri tedesco, Sigmar Gabriel. Fonte: President of Russia

Il ministro degli esteri tedesco, Sigmar Gabriel. Fonte: President of Russia

di Redazione

Articoli correlati

Medio Oriente Siria

SIRIA: USA ACCUSATI DI ARMARE I RIBELLI

Il procuratore federale tedesco ha dichiarato che porterà avanti le indagini in merito all’accusa secondo la quale le forze armate americane avrebbero inviato armi all’opposizione siriana attraverso una base militare tedesca senza i giusti permessi

Medio Oriente Qatar

CRISI DEL GOLFO: PRIMA VISITA DI STATO DELL’EMIRO

Prima visita di stato dell’emiro del Qatar dallo scoppio della crisi del Golfo, iniziata il 5 giugno 2017

Russia Ucraina

DONBASS: LA GERMANIA A FAVORE DELLA MISSIONE ONU

Nel corso di una conversazione telefonica con Vladimir Putin, Angela Merkel si è dichiarata favorevole alla proposta russa di missione ONU nel Donbass, purché vengano apportate alcune modifiche

Europa

GERMANIA: L’ISIS POSSIEDE 11,100 PASSAPORTI VUOTI RUBATI AL GOVERNO SIRIANO

Secondo le autorità tedesche, l’ISIS è in possesso di 11,100 passaporti vuoti, rubati dai siti del governo siriano, che potranno essere compilati con i dati di qualsiasi individuo

Europa Turchia

GERMANIA: NON C’É POSTO PER LA TURCHIA NELL’UE

La cancelliera tedesca, Angela Merkel, ha affermato che la Turchia non dovrebbe mai diventare membro dell’Unione Europea e ha promesso di porre fine ai negoziati di adesione se verrà rieletta

Europa

ATTACCHI CON COLTELLO IN FINLANDIA E IN GERMANIA

Dopo la Spagna, oggi 18 agosto, la Finlandia e la Germania hanno subito due attacchi da parte di uomini armati di coltelli


Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.