Cuba: Raúl Castro celebra il suo ultimo 1 maggio da presidente

Pubblicato il 3 maggio 2017 alle 15:12 in America Latina Cuba

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il Presidente cubano, che il prossimo febbraio lascerà il potere, ha presieduto alla tradizionale manifestazione dei lavoratori cui hanno preso parte migliaia di isolani, in una prova di sostegno al regime.

Raúl Castro il 1 maggio. Fonte: elobservador

Raúl Castro il primo maggio. Fonte: elobservador

Milioni di cubani, ma anche 1600 stranieri, hanno sfilato a L’Avana e in altre città dell’isola nel giorno dei lavoratori. Il Presidente dell’isola, Raúl Castro Ruz, accompagnato dal vicepresidente Miguel Díaz Canel, dal presidente delle Seychelles Danny Faure e dal presidente della Federazione Sindacale Mondiale, il greco George Mavrikos, ha presieduto alla manifestazione dalla tribuna di Plaza de la Revolución, ma non ha rivolto allocuzioni alla folla.

Il leader dei sindacati cubani Ulises Guilarte de Nacimiento ha tenuto un discorso in cui ha esortato i lavoratori cubani a proseguire lungo il cammino tracciato da Fidel Castro, leader della rivoluzione scomparso lo scorso dicembre.

Il primo 1 maggio senza Fidel Castro è anche l’ultimo di Raúl Castro al potere. L’ottantacinquenne presidente, infatti, ha reso noto che a febbraio del prossimo anno lascerà tutti gli incarichi istituzionali e del Partito Comunista.

Il governo dell’isola ha chiamato i cubani a manifestare quest’anno il proprio “sostegno al socialismo e l’appoggio al governo fratello del Venezuela”. La prova di forza del regime cubano coincide infatti con l’aggravarsi della situazione in Venezuela, principale alleato e partner commerciale di L’Avana.

Non è mancato un episodio di dissidenza: poco prima che iniziasse la sfilata dei lavoratori, l’oppositore Daniel Llorente ha infranto le misure di sicurezza ed ha sventolato in Plaza de la Revolución una bandiera degli Stati Uniti proprio di fronte la tribuna delle autorità, posta sul monumento a José Martí.

Traduzione dallo spagnolo e redazione a cura di Italo Cosentino

di Redazione

Articoli correlati

America Latina Brasile

Brasile: il ministro dell’agricoltura sotto accusa

Un altro ministro del governo Temer sotto inchiesta: si tratta del titolare dell’agricoltura Blairo Maggi, per reati commessi durante i suoi mandati di governatore del Mato Grosso

Cuba USA e Canada

CUBA: AMBASCIATA USA VERSO LA CHIUSURA?

Il segretario di stato Tillerson ammette che sta valutando la chiusura della sede diplomatica riaperta da appena due anni a causa degli attacchi acustici che hanno causato la sordità di alcuni diplomatici nordamericani

America Latina Venezuela

VENEZUELA: L’AMERICA LATINA DEVE AGIRE

Le potenze regionali devono intervenire diplomaticamente in Venezuela prima che lo facciano attori esterni, scongiurando così quanto accaduto a Cuba nel 1959

America Latina Brasile

BRASILE: NUOVE ACCUSE CONTRO TEMER

Il procuratore Rodrigo Janot presenta una nuova denuncia contro il Presidente, avviando di nuovo l’iter parlamentare per l’impeachment da cui Temer era riuscito a liberarsi lo scorso agosto

America Latina Cuba

URAGANO IRMA: CUBA RICEVE LA SOLIDARIETÀ DEGLI ALLEATI

Dopo l’urgano che ha devastato la costa nord dell’isola, Cuba riceve la solidarietà di molti paesi, tra cui la Russia, la Spagna e il Canada

Russia Venezuela

VENEZUELA: IL RUOLO DELLA RUSSIA

Il crescente sostegno di Mosca al presidente venezuelano Maduro potrebbe riproporre uno scenario simile a quello già vissuto in Siria, ma stavolta alle porte degli Stati Uniti


Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.