Immigrazione: 43,557 migranti arrivati in Europa via mare dall’inizio del 2017

Pubblicato il 1 maggio 2017 alle 6:51 in Europa

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

L’International Organization for Migration (IOM) ha reso noto che, dal primo gennaio al 26 aprile 2017, 43,557 migranti sono arrivati in Europa via mare, l’80% dei quali è sbarcato in Italia, mentre i restanti sono attraccati in Grecia e in Spagna.

L’IOM riferisce che le autorità greche, il 27 aprile, hanno comunicato di aver perso le tracce di 12 migranti che erano scomparsi a bordo di un’imbarcazione al largo di Lesvos, nei giorni precedenti. Christine Petrè, membro dell’IOM in Libia, ha riferito che 15 profughi sono stati seppelliti a Bani Walid, a nord della città libica di Alshwareef, uno dei centri di passaggio principali per i migranti, al confine con l’Algeria e il Niger. “Molte persone viaggiano attraverso Bani Walid per raggiungere Tripoli e altre città costiere; i corpi dei 15 individui sono stati trovati lungo una strada”, ha spiegato la Petrè. Secondo alcune fonti locali, una delle vittime è morta per un colpo di arma da fuoco, mentre le altre sono decedute per malattie e ferite contratte durante il viaggio.

Secondo quanto stimato dal Missing Migrants Project, un progetto dell’IOM che si occupa di documentare tutti i migranti che muoiono, in tutto il mondo, dall’inizio del 2017 al 26 aprile, 1,633 profughi sono deceduti. In particolare, l’area del Mediterraneo è risultata la regione con il numero di morti più alto, che ammonta a circa 2/3 del totale.

Migranti a bordo di un barcone nel Mediterraneo. Fonte: Wikipedia

Migranti a bordo di un barcone nel Mediterraneo. Fonte: Wikipedia

di Redazione

Articoli correlati

Immigrazione Libia

Immigrazione: accordi tra il governo di Tripoli e le milizie armate

La milizia libica Anas al-Dabbashi, nota per essere attiva nell’ambito del traffico di migranti, sta scendendo a patti con il Governo di Accordo Nazionale (GNA) per essere assorbita all’interno della polizia e dell’esercito di Tripoli

Nigeria USA e Canada

Incontro Buhari-Trump: Nigeria e USA rafforzano i legami

Il presidente nigeriano, Muhammadu Buhari, ha incontrato Donald Trump a margine della 72esima riunione dell’Assemblea Generale dell’Onu, a New York. Si è trattato del primo meeting tra i due leader, i quali avevano colloquiato telefonicamente lo scorso febbraio

Europa Yemen

Italia: 1 milione di euro allo Yemen per combattere la malnutrizione dei bambini

Il ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Angelino Alfano, ha annunciato che l’Italia donerà più di un milione di euro allo Yemen, per aiutarlo a combattere la malnutrizione dei bambini

Africa Camerun

Camerun: giornalisti come terroristi

Secondo quanto riferito da alcuni osservatori internazionali, le autorità del Camerun stanno applicando la legge anti-terrorismo per arrestare e minacciare i giornalisti, creando un clima di paura in tutto il Paese

Afghanistan Asia

L’Afghanistan guarda al Pakistan

Alcuni ufficiali afghani sono convinti che il Pakistan possa trasformarsi in un buon alleato regionale, attraverso l’adozione di un nuovo approccio verso l’Afghanistan

Africa Sud Sudan

Sud Sudan: forze leali all’ex vice presidente attaccano forze governative

Combattenti leali all’ex vice presidente del Sud Sudan, Riek Machar, hanno attaccato le forze governative nello Stato di Unità, uccidendo 25 persone, tra cui alcuni civili e donne. Tale territorio è ricco di risorse petrolifere, che sono state abbandonate per via dei continui scontri


Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.