Iraq: ISIS rivendica attacco contro una stazione di polizia a Baghdad

Pubblicato il 30 aprile 2017 alle 12:12 in Iraq Medio Oriente

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

L’ISIS ha rivendicato l’attentato contro la stazione di polizia di Karrada, a Baghdad, che si è verificato la sera del 28 aprile, in cui sono morte 4 persone e ferite altre 8.

Secondo quanto riportato dagli ufficiali di polizia, l’attacco si è verificato per mezzo di un’autobomba. Saad Mann, un portavoce del Ministero degli Interni iracheno e del Baghdad Operation Command, ha riferito che le vittime erano tutti poliziotti. Karrada è stata colpita altre volte da attentati; il più mortale è accaduto nel luglio 2016, quando un camion-bomba è esploso, uccidendo più di 320 persone. Attacchi contro le postazioni della polizia irachena non sono una novità per l’ISIS; inoltre, le forze di sicurezza irachene sospettano che, dal momento che i terroristi stanno perdendo terreno in Iraq, inizieranno nuovamente a provocare insurrezioni sparse in tutto il paese.

Attualmente, i membri dell’ISIS stanno combattendo per difendere gli ultimi possedimenti a Mosul, dove è in corso un’offensiva da parte dell’esercito iracheno, sostenuto dalla coalizione internazionale guidata dagli USA, per eliminare i terroristi.

L’attacco di venerdì si è verificato in seguito all’avanzamento delle forze governative all’interno della città vecchia di Mosul. Ad oggi, i soldati iracheni sono riusciti a riprendere il 70% della regione, dichiarando che, ormai, l’ISIS controlla meno del 7% del territorio iracheno complessivo. Gli ufficiali della coalizione sostengono che, all’interno di Mosul, rimangono meno di 1000 terroristi.

Capitale irachena, Baghdad. Fonte: Wikimedia Commons

Capitale irachena, Baghdad. Fonte: Wikimedia Commons

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.