Papa Francesco arriva al Cairo per promuovere la pace

Pubblicato il 29 aprile 2017 alle 6:03 in Africa Egitto

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

La visita di Papa Francesco al Cairo ha lo scopo di incoraggiare la pace tra la minoranza cristiana e la comunità musulmana. La visita è avvenuta tre settimane dopo i duplici attentati sferrati contro le chiese copte, durante i festeggiamenti per la domenica delle palme.

Papa Francesco è atterrato al Cairo venerdì 28 aprile. I livelli di sicurezza sono aumentanti in seguito agli attacchi avvenuti contro la comunità cristiana il 9 aprile. L’Egitto è in stato di emergenza da quando si sono verificati gli attentati che hanno provocato 45 vittime dopo l’esplosione in due chiese copte a Tanta e ad Alessandria.

Dopo gli attacchi, tutte le chiese sono state fornite di maggiore personale di sicurezza a causa dell’alto rischio attentati nei giorni della visita del pontefice. Davanti al palazzo presidenziale, sono presenti carri armati e agenti di polizia, i quali sono appostati ogni cento metri, lungo i 20 km di strada che separano il centro del Cairo dall’aeroporto. Il Papa incontrerà Ahmed al-Tayeb, l’imam della Moschea e professore di filosofia islamica, prima di vedere il presidente egiziano, Abdel Fattah al-Sisi, e il Papato della chiesa Copta, Tawadros II. Inoltre il Papa parteciperà ad una conferenza internazionale dove terrà un discorso come “semplice partecipante”.

Papa Francesco e Papa Tawadros II visiteranno la chiesa copta di San Pietro e San Paolo che si trova al centro del Cairo, e che è stata colpita dall’attacco terroristico avvenuto l’11 dicembre 2016, rivendicato dall’ISIL, in cui 29 persone hanno perso la vita.

Sabato 29 aprile, il pontefice presidierà una dimostrazione di massa a sostegno della minoranza cristiana. Il numero di partecipanti ammonta a circa 272.000 persone e saranno organizzati vari riti religiosi.

La comunità copta in Egitto rappresenta il 10% della popolazione totale del paese ed è la più grande e antica comunità cristiana del Medio Oriente. I recenti attacchi terroristici contro la comunità cristiana nel paese arabo più popolato al mondo, hanno oscurato la visita del Papa al Cairo.

L’Egitto è stato protagonista di un’ondata di attentati contro i cristiani copti dal 2013, dopo che il presidente Morsi è stato rovesciato da un colpo di stato condotto da al-Sisi. Da allora, è in corso una battaglia tra l’esercito egiziano e le milizie islamiche presenti nel nord del Sinai.

Papa Francesco. Fonte: Wikimedia Commons

Papa Francesco. Fonte: Wikimedia Commons

di Redazione

Articoli correlati

Africa Sud Sudan

Sud Sudan: forze leali all’ex vice presidente attaccano forze governative

Combattenti leali all’ex vice presidente del Sud Sudan, Riek Machar, hanno attaccato le forze governative nello Stato di Unità, uccidendo 25 persone, tra cui alcuni civili e donne. Tale territorio è ricco di risorse petrolifere, che sono state abbandonate per via dei continui scontri

Africa Libia

Libia: Salamé presenta l’emendamento dell’accordo di Skhirat

L’inviato dell’ONU in Libia, Ghassan Salamé, a margine della 72esima sessione dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite a New York, ha presentato un “piano d’azione”, che propone la modifica dell’accordo di Skhirat

Africa Etiopia

Etiopia: scontri nell’est del Paese hanno prodotto 50,000 sfollati

Gli scontri nell’est dell’Etiopia, ai confini tra la regione di Oromia e di Somali, hanno prodotto circa 50,000 sfollati, i quali sono stati costretti ad abbandonare le proprie case per sottrarsi alle violenze che, nel corso della settimana passata, hanno causato la morte di almeno 50 persone

Immigrazione Niger

Niger: i cacciatori di migranti dell’Europa

Il Niger è sempre stato un Paese di transito per i flussi migratori provenienti dall’Africa occidentale e diretti verso la Libia e l’Algeria. In particolare, l’instabilità politica, sociale ed economica che caratterizza il Paese africano da quasi sessant’anni ha contribuito favorire le attività dei trafficanti di esseri umani

Africa Libia

Libia: chiuso un condotto per il trasporto del petrolio verso Tripoli

Un gruppo armato ha chiuso un condotto di una stazione petrolifera che trasporta il carburante dal porto di Zawiya verso Tripoli, fermando in tal modo il pompaggio di carburante verso la capitale

Africa Egitto

Egitto: Al-Sisi incontra Netanyahu e Abbas

Il presidente egiziano, Abdel Fattah Al-Sisi, ha incontrato il Primo Ministro israeliano, Benjamin Netanyahu, e il presidente palestinese, Mahmoud Abbas, in due incontri separati a New York per discutere i modi per rilanciare il processo di pace in Medio Oriente


Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.