ECOWAS minaccia di sanzionare la Guinea Bissau

Pubblicato il 27 aprile 2017 alle 6:23 in Africa Guinea Bissau

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

L’organizzazione regionale dell’Africa Occidentale, ECOWAS ha dichiarato, martedì 25 aprile, che verranno emesse delle sanzioni nei confronti dei responsabili del blocco delle implementazioni per risolvere la crisi politica del paese.

Il parlamento dell’ex colonia portoghese non si riunisce da più di un anno a causa delle rivalità tra due élite politiche. Una sostiene il Presidente Jose Mario Vaz e l’altra è capeggiata dall’ex Primo Ministro Domigos Simoes Pereira.

Le tensioni sono scoppiate nell’agosto 2015 quando il Presidente Vaz ha rimosso il Primo Ministro Pereira, sostenuto dall’opinione pubblica e da numerosi investitori occidentali. La sua rimozione ha innescato un periodo di instabilità poiché dopo di lui nessun Primo Ministro è stato in grado di risolvere lo stallo politico.

Le due fazioni hanno concordato un accordo lo scorso anno durante i dialoghi avvenuti nella capitale della vicina Guinea, Conakry. Tuttavia importanti clausole dell’accordo non sono state rispettate creando ulteriori tensioni tra le due élite politiche. Una di queste clausole richiedevano al Presidente Vaz di nominare un nuovo Primo Ministro che potesse essere accettato da entrambe le fazioni e che formasse un governo inclusivo. L’attuale Primo Ministro, Umaro Mokhtar Sissoco Embalo, è stato fermamente osteggiato dai sostenitori di Pereira che hanno boicottato il suo governo.

L’ECOWAS ha dichiarato che in assenza dell’implementazione degli accordi di Conakry, entro 30 giorni, verranno emesse delle sanzioni. Non sono state fornite informazioni riguardo a chi saranno indirizzate e che tipo di sanzioni saranno applicate. La decisione è stata presa dopo una missione guidata dal Ministro degli Esteri della Liberia, Marjon Kamara, in Guinea Bissau.

L’impasse politico inoltre favorisce i trafficanti di droga. La Guinea Bissau, situata in Africa Occidentale, è un ambiente favorevole, essendo un arcipelago, al contrabbando di droga che favorisce il commercio di cocaina dal Sud America diretto verso l’Europa.

Presidente della Guinea Bissau, Jose Mario Vaz. Fonte: www.lemonde.fr

Presidente della Guinea Bissau, Jose Mario Vaz. Fonte: www.lemonde.fr

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.