Putin si congratula con Erdogan e chiede di riprendere il lavoro comune in Siria

Pubblicato il 19 aprile 2017 alle 14:55 in Russia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il Presidente russo ha contattato telefonicamente l’omologo turco per congratularsi dell’esito del referendum ed ha colto l’occasione per sottolineare la necessità di un rafforzamento del cessate il fuoco in Siria raggiunto a gennaio grazie alla mediazione russo-turca. Mosca e Ankara sostengono posizioni distinte a seguito dell’attacco con armi chimiche nella provincia di Idlib.

Putin con Erdogan al Cremlino in occasione del loro ultimo incontro. Fonte: kremlin.ru

Putin con Erdogan al Cremlino in occasione del loro ultimo incontro. Fonte: kremlin.ru

Vladimir Putin si è congratulato telefonicamente con Recep Tayyip Erdogan per il risultato e il corretto svolgimento del referendum costituzionale turco dello scorso 16 aprile – rende noto il Cremlino tramite un comunicato ufficiale. 

Nel corso della telefonata i due capi di stato hanno scambiato opinioni riguardo alla situazione siriana. Il Presidente russo ha insistito sulla necessità di un rafforzamento del cessate il fuoco e sull’importanza dei negoziati di Astana e Ginevra. Opinioni condivise dal leader turco.

Putin ha insistito inoltre sull’importanza di un’inchiesta internazionale approfondita e imparziale sull’eventuale uso di armi chimiche nella provincia di Idlib. A seguito dell’attacco, la cui attribuzione alle forze del Presidente Assad Mosca respinge, Ankara aveva chiesto alla Russia di sconfessare l’alleanza con il regime di Damasco. Il Cremlino sostiene che le sostanze chimiche siano fuoriuscite da una fabbrica in mano ai ribelli bombardata dall’aviazione di Assad. Ankara, nell’occasione, aveva approvato l’attacco missilisitico punitivo lanciato da Washington contro la base aerea di Shayrat.

Putin ed Erdogan, che hanno concordato nel continuare a confrontarsi personalmente per quanto riguarda la crisi siriana, hanno discusso anche dello sviluppo delle relazioni russo-turche e del rafforzamento degli scambi commerciali fra i due paesi.

Traduzione dal russo e redazione a cura di Italo Cosentino

 

 

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.