Il ministro degli esteri brasiliano Nunes in Cile

Pubblicato il 12 aprile 2017 alle 15:14 in America Latina Cile

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il ministro Aloysio Nunes è stato ricevuto dalla Presidente del Cile Michelle Bachelet e si è riunito con il ministro degli esteri del paese andino Heraldo Muñoz, prima di ricevere una delegazione di industriali brasiliani operanti in Cile. 

Heraldo Muñoz e Aloysio Nunes hanno affrontato i principali temi legati alle relazioni bilaterali e ai problemi regionali. Cile e Brasile mantengono solide relazioni economiche e politiche – ha ricordato Muñoz -e Brasilia è la principale destinataria degli investimenti esteri di Santiago. 

Il Ministro cileno ha voluto ringraziare tramite Nunes il Brasile per il sostegno ricevuto in occasione degli incendi che lo scorso mese hanno flagellato il paese andino. Il Brasile, oltre ad alcune brigate di pompieri e di volontari, aveva inviato a Santiago due aerei Hercules.

I ministri degli esteri Muñoz, del Cile, e Nunes, del Brasile a Santiago. Fonte: gob.cl

I ministri degli esteri Muñoz, del Cile, e Nunes, del Brasile a Santiago. Fonte: gob.cl

Nunes e Muñoz hanno espresso inoltre la volontà di avviare nel più breve tempo possibile la costruzione del corridoio bioceanico, che da Porto Mutinho, nel sud del Brasile, dovrebbe raggiungere la costa settentrionale del Cile attraversando Paraguay e Argentina. Sarebbe – ha ricordato Nunes – un importante segnale d’integrazione per tutta l’America Latina.

I due ministri hanno riaffermato l’importanza della cooperazione tra le due grandi organizzazioni regionali, l’Alianza del Pacífico e il Mercosur. La svolta a destra di Paraguay, Brasile e Argentina riavvicina il più protezionista Mercosur alla liberale Alianza del Pacífico di cui è membro e presidente temporaneo il Cile.

Cile e Brasile hanno espresso preoccupazione per l’evolversi della situazione in Venezuela e si sono dichiarati pronti a impegnarsi nella ricerca di una soluzione diplomatica che consenta il ristabilimento dell’ordine costituzionale a Caracas.

Nunes si è riunito inoltre con le imprese brasiliane operanti in Cile. Il coinvolgimento della filiale cilena della Odebrecht nel grande scandalo tangentizio latinoamericano è motivo di preoccupazione per le imprese brasiliane, che temono ripercussioni negative tanto di immagine quanto di profitto.

Traduzione dallo spagnolo e dal portoghese a cura di Italo Cosentino

di Redazione

Articoli correlati

America Latina America centrale e Caraibi

Puerto Rico: preoccupazione per l’uragano Maria

Dopo l’uragano Irma, la nuova tempesta tropicale che ha colpito le Antille minori e si appresta a colpire Puerto Rico si chiama Maria. Il premier di Dominica salvato in elicottero

America Latina Brasile

Brasile: il ministro dell’agricoltura sotto accusa

Un altro ministro del governo Temer sotto inchiesta: si tratta del titolare dell’agricoltura Blairo Maggi, per reati commessi durante i suoi mandati di governatore del Mato Grosso

Cuba USA e Canada

CUBA: AMBASCIATA USA VERSO LA CHIUSURA?

Il segretario di stato Tillerson ammette che sta valutando la chiusura della sede diplomatica riaperta da appena due anni a causa degli attacchi acustici che hanno causato la sordità di alcuni diplomatici nordamericani

America Latina Venezuela

VENEZUELA: L’AMERICA LATINA DEVE AGIRE

Le potenze regionali devono intervenire diplomaticamente in Venezuela prima che lo facciano attori esterni, scongiurando così quanto accaduto a Cuba nel 1959

America Latina Brasile

BRASILE: NUOVE ACCUSE CONTRO TEMER

Il procuratore Rodrigo Janot presenta una nuova denuncia contro il Presidente, avviando di nuovo l’iter parlamentare per l’impeachment da cui Temer era riuscito a liberarsi lo scorso agosto

America Latina Cuba

URAGANO IRMA: CUBA RICEVE LA SOLIDARIETÀ DEGLI ALLEATI

Dopo l’urgano che ha devastato la costa nord dell’isola, Cuba riceve la solidarietà di molti paesi, tra cui la Russia, la Spagna e il Canada


Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.