La Giordania ha convocato l’ambasciatore iraniano ad Amman

Pubblicato il 11 aprile 2017 alle 8:15 in Giordania Medio Oriente

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

La Giordania ha convocato l’ambasciatore iraniano ad Amman, durante lo scorso fine settimana, dopo che un ufficiale iraniano ha definito alcuni commenti del re Abdullah “sciocchi e incuranti”.

Nel corso di un’intervista con il Washintgon Post, il 6 aprile, il sovrano giordano ha affermato che l’Iran è coinvolto nei problemi della regione mediorientale, dal momento che mira a “creare un legame tra l’Iraq, la Siria ed Hezbollah”. Re Abdullah, inoltre, ha aggiunto che le truppe della Iranian Revolutionary Guard si trovano a circa 70 chilometri dai confini giordani e che eventuali attacchi da parte di attori non-statuali non saranno tollerati.

In risposta, il portavoce del ministero degli esteri iraniano, Bahram Ghassemi, ha definito le affermazioni di re Abdullah inappropriate visto che “il sovrano giordano ha fatto un errore strategico e fondamentale dando una definizione erronea di terrorismo”. Inoltre, Ghassemi ha riferito che i commenti del re hanno dimostrato la sua ignoranza e la sua visione superficiale degli sviluppi nella regione.

Di conseguenza, domenica, l’ambasciatore iraniano ad Amman, Mujtaba Fardousi Bour, è stato convocato per dare una spiegazione dell’accaduto. A suo avviso, i commenti “inaccettabili” di Ghassemi sono stati un tentativo fallito di denigrare il ruolo centrale del regno giordano nel fornire supporto alla sicurezza regionale e alla lotta contro il terrorismo.

La Giordania ospita migliaia di rifugiati di guerra siriani e fa parte della colazione internazionale guidata dagli USA che bombarda l’ISIS in Siria e in Iraq. L’Iran, al contrario, insieme alla Russia, è l’alleato principale del regime siriano di Bassar al-Assad, al quale fornisce supporto finanziario, militare e di addestramento.

Re Abdullah. Fonte: Wikipedia

Re Abdullah. Fonte: Wikipedia

di Redazione

Articoli correlati

Iraq Medio Oriente

Iraq: al via la battaglia di Al-Anbar

L’Iraq ha annunciato l’inizio delle operazioni militari per sottrarre i distretti di Anah e Al-Rihana, nella zona occidentale del governatorato di Al-Anbar, al controllo dello Stato Islamico

Arabia Saudita Medio Oriente

Arabia Saudita – Gran Bretagna: accordi militari

L’Arabia Saudita e la Gran Bretagna hanno firmato un accordo quadro di cooperazione in ambito militare e della sicurezza

Israele Medio Oriente

Israele abbatte un drone di Hezbollah sul Golan

Le forze di difesa israeliane hanno abbattuto un drone che ha tentato di entrare nelle zone demilitarizzate israeliane sulle Alture del Golan, al confine tra Siria e Israele

Iraq Medio Oriente

Iraq: la Turchia bombarda le postazioni del PKK

Gli aerei turchi hanno bombardato le postazioni del Partito dei Lavoratori del Kurdistan (PKK) nel nord dell’Iraq

Medio Oriente Siria

Hayat Tahrir al-Sham sta conquistando la provincia di Idlib

Mentre l’ISIS sta progressivamente perdendo terreno nei principali centri urbani in Siria, quali Raqqa e Deir Ezzor, la branca di al-Qaeda, Hayat Tahrir al-Sham (HTS), si sta impadronendo di vaste porzioni di territorio nel nord-ovest del Paese, nella provincia di Idlib

Israele Medio Oriente

Israele: prima base militare americana permanente

Gli Stati Uniti hanno stabilito una base militare permanente in Israele. Si tratta di una Base di Difesa Aerea situata all’interno della base dell’aeronautica militare israeliana di Mashabim, nel cuore del deserto del Negev


Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.