Portaerei USA verso la Corea del Nord

Pubblicato il 10 aprile 2017 alle 11:14 in USA e Canada

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Una portaerei americana sta navigando nell’Oceano Pacifico occidentale, verso la penisola coreana.

La mossa è stata messa in atto dagli USA in risposta alle recenti provocazioni della Corea del Nord, la quale, in seguito all’attacco statunitense contro la base siriana di Sharyat, il 7 aprile, ha affermato che l’azione americana giustifica i programmi nucleari nord-coreani.

Harry Harris, comandante dello US Pacific Command, sta conducendo la portaerei Carl Vinson verso la penisola coreana, dopo essere salpato, sabato scorso, da Singapore. Le operazioni degli armamenti militari non sono rare in quella zona; non a caso, gli USA schierano regolarmente aerei nella regione, e la Vinson si trovava nella Corea del Sud lo scorso mese per compiere esercitazioni militari.

Il 5 aprile, la Corea del Nord ha lanciato un missile a largo raggio nel mare di fronte alla penisola coreana, proprio prima dell’incontro tra il presidente americano, Donald Trump, e la controparte cinese, Xi Jinping a Mar-a-Lago, in Florida, sollevando diverse polemiche. Lo scorso 10 settembre, il regime nord-coreano, inoltre, ha annunciato di aver provato con successo la propria testata nucleare. Adesso, Pyongyang sostiene di voler continuare a testare armi nucleari per difendersi da eventuali aggressioni americane.

Tali notizie sono giunte subito dopo l’incontro tra Trump e Xi Jinping, la cui agenda aveva come priorità la questione della Nord Corea. Il segretario di Stato americano, Rex Tillerson, ha riferito di pensare che il presidente Xi sia d’accordo con gli USA, dal momento che “la situazione si è intensificata e ha raggiunto un livello di minaccia tale che è necessario muoversi”. A febbraio, la Cina aveva intimato agli USA e alla Corea del Nord di allentare le tensioni, chiedendo ai primi di sospendere le esercitazioni militari con la Corea del Sud, e alla seconda di cessare il proprio programma nucleare.

Ad avviso degli analisti, qualsiasi mossa americana verso la Corea del Nord porrebbe seri problemi.

Mentre gli USA possiedono capacità militari nettamente maggiori di quelle di Pyongyang, un attacco di Washington contro il regime nord-coreano esporrebbe la Corea del Sud a gravi pericoli. Bruce Bennett, analista della difesa presso il think thank Rand Corp, ha spiegato che la mossa di mandare la portaerei Vinson nelle acque della penisola coreana ha una natura difensiva. “Se la Corea del Nord dovesse testare missili, lanciandoli nel mare ad est del Giappone, le navi da guerra americane dovrebbero essere in grado di intercettare tali movimenti”, ha riferito Bennett.

Portaerei americana, Carl Vinson. Fonte: Wikimedia Commons

Portaerei americana, Carl Vinson. Fonte: Wikimedia Commons

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.