L’IGAD riceve una sovvenzione di 36 milioni di euro dalla Germania

Pubblicato il 7 aprile 2017 alle 7:03 in Africa Etiopia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il segretario esecutivo dell’IGAD, Mahboub Maalim, e il direttore tedesco per la divisione dell’Africa orientale, Ralf-Mathias Mohs, hanno firmato un importante accordo.

Esso prevede un finanziamento di 36 milioni di euro per fornire maggiore aiuto in campi quali migrazione e siccità. I fondi sono divisi in due parti, 20 milioni di euro per la cooperazione finanziaria e 16 milioni di euro per la cooperazione tecnica. Questi fondi saranno destinati a rafforzare il ruolo di coordinatore dell’Autorità intergovernativa per lo sviluppo (IGAD) nelle politiche di migrazione e per la gestione dei migranti, in linea con il quadro delle politiche regionali, così come per il coordinamento di altre strutture continentali e internazionali. Si rafforzeranno le capacità e il ruolo dell’IGAD nell’ambito del Fondo regionale della migrazione, compresa la capacità di gestione delle conoscenze, attraverso la creazione di un metodo e il monitoraggio per acquisire migliori pratiche di gestione, sempre nel rispetto delle politiche nazionali e regionali. Essi potranno anche migliorare e rafforzare il processo regionale consultivo e il posizionamento dell’IGAD all’interno dei processi globali e regionali. Tutto ciò consentirà all’Autorità intergovernativa per lo sviluppo di rafforzare il suo ruolo e così poter promuovere più facilmente sia la cooperazione regionale che quella globale, garantendo rotte migratorie sicure e la collaborazione tra gli Stati membri.

L’Autorità intergovernativa per lo sviluppo (IGAD) è un’organizzazione internazionale politico-commerciale. Essa è succeduta nel 1996 all’Autorità intergovernativa per la siccità e lo sviluppo (IGADD), un corpo multinazionale fondato nel 1986 da Gibuti, Etiopia, Somalia, Sudan, Uganda e Kenya. Attualmente l’organizzazione oltre ai paesi fondatori comprende Eritrea e Sud Sudan. Il 25 marzo, a Nairobi, in Kenya, ha avuto luogo un vertice IGAD il cui tema ha riguardato i rifugiati somali. L’incontro  è servito a porre l’accento sulla crisi che la Somalia sta affrontando e a evidenziare la profonda carestia che sta attanagliando il paese.

Bandiera dell'Etiopia. Fonte: Wikipedia

Bandiera dell’Etiopia. Fonte: Wikipedia

di Redazione

Articoli correlati

Africa Egitto

Egitto: Al-Sisi incontra Netanyahu e Abbas

Il presidente egiziano, Abdel Fattah Al-Sisi, ha incontrato il Primo Ministro israeliano, Benjamin Netanyahu, e il presidente palestinese, Mahmoud Abbas, in due incontri separati a New York per discutere i modi per rilanciare il processo di pace in Medio Oriente

Europa Libia

Operazione Sophia: 83 ufficiali della marina libica giunti in Italia

83 ufficiali della Guardia Costiera libica sono giunti in Italia per ricevere un corso di addestramento nell’ambito dell’EUNAVFOR Med Operazione Sophia

Africa Nigeria

Doppio attacco suicida nel nord-est della Nigeria: almeno 15 morti

Due donne si sono fatte esplodere nel villaggio di Mashalari, nell’area di Kodunga, a circa 40 chilometri da Maiduguri, uccidendo almeno 15 persone e ferendone altre 43

Burundi Congo

REP. DEM. DEL CONGO: UCCISI 36 RIFUGIATI DEL BURUNDI

Le forze di sicurezza della Repubblica Democratica del Congo hanno ucciso almeno 36 rifugiati del Burundi, mentre altri 100 sono rimasti feriti, nel corso di scontri emersi intorno alla questione del loro rimpatrio

Approfondimenti Ciad

IL CIAD E IL TERRORISMO

Secondo quanto riportato dal governo americano, nel 2016, il Ciad ha intensificato i propri sforzi per migliorare le operazioni anti-terrorismo ma, a causa del peggioramento della crisi finanziaria, le autorità ciadiane hanno riscontrato grosse difficoltà, persino nei pagamenti dei salari alla polizia e ai soldati

Africa Repubblica Centrafricana

REPUBBLICA CENTRAFICANA: TENSIONI SEMPRE PIU’ GRAVI

Almeno 25 persone sono state uccise in una serie di scontri tra diversi gruppi armati nel corso di questa settimana, in seguito all’aumento delle tensioni nella Repubblica Centrafricana.


Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.