Somalia: un’autobomba uccide almeno sette persone

Pubblicato il 6 aprile 2017 alle 8:43 in Africa Somalia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Mercoledì 5 aprile una vettura carica di materiale esplosivo è stata fatta saltare in aria vicino a un ristorante nella capitale della Somalia, Mogadiscio, e ha ucciso almeno sette persone, la polizia ha così riportato.

I timori riguardo all’ennesimo attentato progettato da al-Shabaab sono cresciuti. L’organizzazione, considerata di natura terroristica da Australia, Canada, Emirati Arabi Uniti, Regno Unito e Stati Uniti, ha giurato di destabilizzare il nuovo governo del paese che ha l’appoggio dalle Nazioni Unite.

Molte persone sono rimaste ferite nell’esplosione anche vicino al ministero della sicurezza interna e della gioventù e dello sport, ha dichiarato il colonnello Ahmed Hashi.

Nessuno ha ancora rivendicato l’attacco, tuttavia si ritiene possibile che il gruppo estremista islamico al-Shabaab, affiliato di  Al-Qaeda, spesso responsabile di tali attentati, sia ancora una volta invischiato.

La potente esplosione ha distrutto gran parte del ristorante. “Quelle sanguisughe non hanno cura di alcuna vita umana sia che siano civili o altro”, si è così espresso il capo della polizia Mohamed Hussein, accusando al-Shabaab dell’attacco.

Gli estremisti sono stati spinti fuori dalla capitale e da altre grandi aree urbane in Somalia dalle forze multinazionali e dell’Unione Africana, ma continuano a organizzare attentati mortali e attacchi a Mogadiscio e altrove. Gli obiettivi includono alberghi, posti di blocco militari e il palazzo presidenziale.

A febbraio, al-Shabaab ha definito il nuovo presidente somalo, Mohamed Abdullahi Mohamed, detto Farmajo, un “apostata”. Quest’ultimo, eletto l’8 febbraio di quest’anno, ha promesso di fare della sicurezza una priorità del suo governo.

Mohamed Abdullahi Mohamed Farmajo, presidente somalo. Fonte: Wikimedia Commons

Mohamed Abdullahi Mohamed Farmajo, presidente somalo. Fonte: Wikimedia Commons

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.