Thailandia, acquisto di carri armati dalla Cina

Pubblicato il 4 aprile 2017 alle 16:09 in Asia Thailandia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

La Thailandia acquisterà carri armati dalla Cina, al fine di sostituire i vecchi modelli provenienti dagli Stati Uniti.

Il governo della Thailandia ha approvato l’acquisizione di 10 carri armati VT-4 dalla Cina, dal valore di 58 milioni di dollari. I nuovi mezzi andranno a sostituire i vecchi tank di importazione statunitense, secondo quando dichiarato da un portavoce del governo. Si tratta di una prima trance di tre totali che hanno l’obiettivo di dotare l’esercito di Bangkok di 49 carri armati cinesi. Un ordine da 28 tank era già stato espletato durante il 2016.

“I nuovi VT-4 andranno a sostituire gli M41 di cui disponiamo che sono piccoli e antiquati”, ha dichiarato il portavoce ai giornalisti.

A gennaio 2017, il governo aveva già approvato l’acquisto di un sottomarino cinese da 380 milioni di dollari e sono in previsione le acquisizioni di altri due mezzi subacquei.

La cooperazione commerciale in materia di difesa mostra bene come i legami tra Cina e la Thailandia –uno degli alleati storici degli Stati Uniti nel Sud-Est Asiatico – si stiano rafforzando. Ciò è avvenuto in particolar modo a partire dal colpo di stato dell’esercito della Thailandia del 2014 che ha visto un graduale raffreddamento dei rapporti con Washington.

Bangkok non è l’unico paese del Sud-Est Asiatico ad attuare una politica sempre più aperta a Pechino e sempre meno vicina agli Usa. Anche il presidente delle Filippine, Rodrigo Duterte, dalla sua entrata in carica nel giugno 2016, ha avviato un graduale riavvicinamento alla Cina attraverso dialogo e cooperazione, nonostante le dispute che dividono i due paesi, soprattutto in merito alle contese acque del Mar Cinese Meridionale.

La Cambogia sta percorrendo la stessa via, al punto che un’unità della marina militare statunitense ha ricevuto al richiesta di lasciare il paese, proprio mentre i rapporti con Pechino divengono più saldi.

I rapporti diplomatici tra la Repubblica Popolare Cinese e la Thailandia sono stati instaurati ufficialmente nel 1975, sebbene il piccolo stato del Sud-Est Asiatico sia stato in passato protettorato del grande impero cinese. I rapporti bilaterali tra Bangkok e Washington risalgono, invece, agli anni ’20 del secolo scorso.

Carro armato Fonte: Wikimedia Commons

Carro armato. Fonte: Wikimedia Commons

 

di Redazione

Articoli correlati

Asia Myanmar

Myanmar: Aung San Suu-kyi chiede aiuto per i Rohingya

La leader del Myanmar ha parlato per la prima volta della crisi umanitaria dei Rohingya e chiesto l’aiuto della comunità internazionale

Asia Corea del Sud

Corea: esercitazione aerea tra USA e Corea del Sud

La Corea del Sud e gli Usa hanno avviato un’esercitazione aerea congiunta sul cielo coreano, mentre Cina e Russia hanno avviato gli esercizi navali bilaterali

Asia Cina

Cina: colloquio telefonico Trump-Xi Jinping su Corea del Nord

Trump e Xi Jinping hanno avuto un colloquio telefonico, secondo la Casa Bianca si sarebbero accordati per massimizzare la pressione su Pyongyang, nessun riferimento a tale accordo sui media cinesi

Asia Filippine

FILIPPINE: L’ESERCITO RICONQUISTA CENTRO DI COMANDO DEI MILITANTI

L’esercito delle Filippine ha riconquistato la moschea che era il centro di comando dei militanti che assediano la città di Marawi da 4 mesi

Asia Pakistan

PAKISTAN: TALEBANI UCCIDONO UN AMMINISTRATORE GOVERNATIVO

L’amministratore governativo pakistano, Fawad Ali, è morto insieme ad altri 4 agenti della polizia tribale presso il confine tra Pakistan e Afghanistan, per via di una bomba che era stata posizionata per strada. Domenica 17 settembre, il veicolo sul qu …

Afghanistan USA e Canada

GLI USA ESPANDERANNO LA ZONA DI SICUREZZA A KABUL

I confini della Green Zone di Kabul verranno allargati per includere al loro interno la base militare americana conosciuta con il nome Kabul City Compound, ex quartier generale delle American Special Operations nella capitale afghana


Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.