India pronta a chiudere i confini

Pubblicato il 2 aprile 2017 alle 7:08 in Asia India

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

L’India vuole mettere in sicurezza i suoi confini con Bangladesh e Pakistan.

L’India chiuderà completamente i suoi confini con i vicini Bangladesh e Pakistan, secondo quanto dichiarato dal Ministro degli Interni, Rajnath Singh. Attualmente il 90% della linea di confine è recintata, ma secondo il governo di New Delhi, ci sarebbero comunque dei terroristi che tentano di infiltrarsi nel paese attraversando il confine.

“Abbiamo deciso di sigillare il confine tra India e Bangladesh il più velocemente possibile. Mi rendo conto che potrebbero emergere degli ostacoli e che alcune aree di confine sono montuose, altre sono parti di giungla o attraversate da fiumi”, ha dichiarato il ministro Singh durante la cerimonia di diploma dei cadetti delle Forze di Sicurezza di Confine. Il Ministro degli Interni ha poi aggiunto che intende fare lo stesso lungo il confine con il Pakistan.

L’India ha una linea di confine di oltre 13 mila chilometri e confina con 6 paesi diversi: Pakistan ad ovest e nord-ovest, Cina a nord-est, Nepal, Buthan, Myanmar e Bangladesh ad est. Le maggiori preoccupazioni per il governo di New Delhi giungono però dai confini con il Pakistan e con il Bangladesh.

Il confine tra India e Pakistan è all’interno della regione del Kashmir, oggetto di contesa territoriale tra i due paesi dal 1947. La linea di confine orientale con il Bangladesh ha visto decenni di immigrazione clandestina dei bengalesi verso l’India e si è “dimostrata una sfida per il paese con serie conseguenze per le sue risorse e per la sicurezza nazionale”, secondo l’analisi di Sanjeev Tripathi della Carnegie India. Gli immigrati dal Bangladesh, secondo le stime, ammontano a 15 milioni.

Il governo dell’India vuole sigillare il restante 10% delle linee di confine e spera di riuscire a terminare questo ambizioso progetto entro la fine del 2018. Molti analisti non credono che un tale obiettivo sia realmente raggiungibile. Le linee di confine in questione sono permeabili, quasi impossibile da sigillare, a prescindere dalla tecnologia a disposizione, secondo Bharat Karnad, esperto di sicurezza nazionale al Center for Policy Research, un think-tank di Delhi. In Kashmir ci sono delle zone in cui le nevicate sono talmente irruente da distruggere qualsiasi recinzione venga installata, mentre sul confine con il Bangladesh ci sono fiumi e zone paludose.

Il Kashmir è copre un’ampia area tra India e Pakistan, suddivisa in tre zone oggetto di dispute territoriali. La parte centro-meridionale, il Jammu e Kashmir, è amministrata dall’India. Lo Azad Kashmir e il Gilgit-Baltistan, le porzioni nord-occidentali, sono sotto la giurisdizione del Pakistan. La zona nord-orientale, Aksai Chin, è sotto il controllo della Cina. La divisione amministrativa non è però riconosciuta formalmente dai paesi coinvolti. L’India e il Pakistan continuano a rivendicare il controllo sulle aree amministrate dall’altro stato. Tali rivendicazioni hanno condotto alla guerra Indo-Pakistana del 1947 che ha portato ai confini attuali. Il Pakistan controlla circa un terzo del Kashmir e l’India la metà circa. La linea di controllo dei confini tra i due paesi è stata stabilita dalle Nazioni Unite. Nell’area Jammu e Kashmir, sotto il controllo dell’India, vi sono diversi gruppi separatisti che favoriscono l’annessione della zona al Pakistan e altri che ricercano l’indipendenza della regione, con insurrezioni contro il governo indiano.

Confine dell'India con il Pakistan e regione del Kashmir

Confine dell’India con il Pakistan e regione del Kashmir

 

di Redazione

Articoli correlati

Asia Myanmar

Bangladesh: arriva l’esercito per aiutare i Rohingya

I profughi Rohingya devono affrontare le piogge monsoniche, il Bangladesh invia l’esercito per aiutare a gestire la crisi.

Asia Corea del Nord

Segretario Generale Onu: Soluzione Pacifica per la Corea del Nord

Il Segretario Guterres ha dichiarato che il mondo teme la guerra nucleare in Corea del Nord e chiesto una risoluzione politica alle tensioni crescenti. Donald Trump ha ribadito la posizione Usa e minacciato di distruggere Pyongyang

Asia Corea del Nord

Corea del Nord: Cina e Russia chiedono risoluzione pacifica

I ministri degli esteri di Cina e Russia si sono incontrati a New York e hanno richiesto una risoluzione pacifica della questione nordcoreana

Asia Myanmar

Malesia: Myanmar è la nuova meta per il jihad

L’Isis si aggiunge ad Al Qaeda nella chiamata alle armi per i musulmani perché difendano l’etnia minoritaria Rohingya di fede islamica perseguitata in Myanmar

Afghanistan Asia

Le autorità afghane vorrebbero addestrare e armare 20,000 civili

Le autorità afghane stanno valutando la possibilità di addestrare e armare 20,000 civili per aumentare le operazioni contro i talebani e l’ISIS

Asia Myanmar

Myanmar: Aung San Suu-kyi chiede aiuto per i Rohingya

La leader del Myanmar ha parlato per la prima volta della crisi umanitaria dei Rohingya e chiesto l’aiuto della comunità internazionale


Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.