Aiuti umanitari ceceni in Siria

Pubblicato il 14 marzo 2017 alle 11:33 in Cecenia Russia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il fondo pubblico regionale ceceno “Achmad-Hadji Kadyrov” ha assistito 250 famiglie siriane con cibo, vestiti e materiale scolastico – ha affermato il Presidente della Cecenia Ramzan Kadyrov.

Il vicepresidente del fondo Ziyad Sabsabi ha organizzato, con l’assistenza del Centro russo per la riconciliazione, eventi di beneficenza a Damasco, Latakia e As-Suwayda in occasione dei quali ha consegnato, a nome della presidente del fondo Ayman Kadyrova, cibo, vestiti e materiale scolastico a 250 famiglie siriane – ha reso noto Ramzan Kadyrov.

Ziyad Sabsabi, rappresentante della Cecenia presso il Presidente della Federazione Russa e vicepresidente del fondo diretto dalla madre di Kadyrov, è nativo di Aleppo ed è uno dei principali attori russi in Siria.

Il Presidente Ceceno Kadyrov con la madre Ayman e Vladimir Putin

Il Presidente Ceceno Kadyrov con la madre Ayman e Vladimir Putin. Fonte: kremlin.ru

Kadyrov ha inoltre annunciato che il fondo ha intenzione di costruire due orfanotrofi ad Aleppo e di restaurare la moschea omayyade della città, risalente al 715 d.C. e pesantemente danneggiata dalla guerra.

Purtroppo il governo siriano non è in grado di risolvere pienamente il problema dei rifornimenti di cibo, vestiti e beni di prima necessità – continua Kadyrov sulla sua pagina personale di Instagram – e nonostante la preoccupazione per l’emergenza umanitaria nessuna organizzazione internazionale è intervenuta per alleviare le sofferenze delle famiglie e degli orfani.

Il fondo “Achmad-Hadji Kadyrov” è uno strumento fondamentale della politica cecena (e di conseguenza russa) in Siria. In passato ha distribuito oltre 80 tonnellate di cibo e 16.000 giocattoli in Siria ed ha inoltre acquistato case per le 167 famiglie siriane originarie del Caucaso settentrionale rifugiate in Giordania. Per i rifugiati in Libano ha acquistato 80.000 ovini, bovini e cammelli.

Il fondo prende il nome dal padre del leader ceceno, assassinato allo stadio di Groznij il 9 maggio 2004. In seguito alla vittoria russa nella II Guerra Cecena, Achmad Kadyrov, alleato di Putin, fu Presidente ad interim della Cecenia dal 2000 al 2003 e Presidente della Repubblica dal 2003 fino alla morte.

Traduzione dal russo e redazione a cura di Italo Cosentino

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.