Guyana: ex presidente e altri funzionari arrestati per presunta frode

Pubblicato il 10 marzo 2017 alle 14:30 in America Latina America centrale e Caraibi

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Fonti affidabili hanno comunicato, lo scorso martedì 7 marzo, che gli agenti dell’Unità Speciale per il Crimine Organizzato della Guyana (SOCU) hanno arrestato l’ex presidente Bharrat Jagdeo ed altri funzionari nel corso delle indagini su un presunto caso di frode e malversazione di fondi statali.

Tra gli indagati anche Lisaveta Ramotar, figlia dell’ex presidente Donald Ramotar, e Roger Luncheon, Capo della Segreteria di Stato.

Roger Luncheon è stato segretario di Stato del paese sudamericano e direttore della giunta del Ministero della Difesa dal 1992 al 2015. Sarebbe stato arrestato e interrogato su un caso di svalutazione di un terreno sul quale ex funzionari governativi avrebbero costruito le loro case.

Bandiera della Guyana. Fonte: Wikimedia commons

Bandiera della Guyana. Fonte: Wikimedia Commons

Tuttavia, nonostante la notizia degli arresti sia trapelata da diversi giorni, la Polizia guyanese non ha ancora rilasciato alcun comunicato ufficiale.

Il motivo sarebbe riconducibile al fatto che le indagini sono ancora in corso e altri ufficiali ed ex funzionari governativi sarebbero attualmente sotto indagine.

Il Guyana Guardian è stato informato da fonti attendibili che diversi altri ex ministri e funzionari accusati di trarre beneficio dalla presunta frode ai danni dello Stato saranno a breve arrestati.

I magistrati inquirenti sostengono che siano stati usati milioni di dollari di fondi pubblici per preparare il terreno e installare le infrastrutture necessarie alla costruzione di case private destinate a funzionari pubblici.

Consultazione delle fonti in spagnolo a cura di Italo Cosentino

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.