Italy-Oman Business Forum 2017: MoU OCCI-Confindustria

Pubblicato il 9 marzo 2017 alle 17:55 in Medio Oriente Oman

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Ieri, 8 marzo 2017, la Camera del Commercio e dell’Industria dell’Oman (OCCI) ha firmato un memorandum d’intesa (Memorandum of Understanding – MoU) con la Confederazione Generale dell’Industria Italiana (GCII). Ayman bin Abdullah Al Hasani, Vice Direttore per gli Affari Economici della Camera del Commercio e dell’Industria dell’Oman (OCCI) ha sottoscritto l’accordo con Licia Mattioli, Vice presidente per l’Internazionalizzazione di Confindustria.

La Grande Moschea del Sultano Qaboos a Muscat, Oman. Foto di Richard Bartz tratta da Wikimedia Commons (5 January 2014)

La Grande Moschea del Sultano Qaboos a Muscat, Oman. Foto di Richard Bartz tratta da Wikimedia Commons (5 January 2014)

Il MoU, siglato a margine dell’Italy-Oman Business Forum 2017, tenutosi presso il Grand Millennium Hotel di Muscat, mira a rafforzare la cooperazione bilaterale tra l’Italia e il Sultanato dell’Oman nel settore commerciale, a beneficio di entrambi i paesi. L’accordo, siglato a Muscat, capitale dell’Oman, intende promuovere lo sviluppo commerciale dei due paesi, favorito da futuri progetti e partnership di investimento, che includono non solo lo scambio di expertise, ma anche l’acquisizione di tecniche moderne e di nuove tecnologie.

Il Forum è stato organizzato dall’Oman Oil Refineries and Petroleum Industries Company (Orpic), in collaborazione con Maire Tecnimont – Italia e alcuni rappresentanti dei governi italiano e omanita. L’evento è stato promosso con l’intento di creare una piattaforma aperta per le aziende di entrambi i paesi, con particolare attenzione per settori strategici, quali petrolio e gas, logistica, infrastrutture ed energie rinnovabili. Il prestigioso appuntamento è stato predisposto sotto gli auspici di Ali bin Masoud al Sunaidy, Ministro del Commercio e dell’Industria, di Ivan Scalfarotto, sottosegretario italiano allo Sviluppo economico, e dell’International Trade and Investment Attraction, che ha guidato delegazione italiana, composta da oltre 80 imprese.

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.