Il Gibuti consolida e amplia le sue relazioni con l’Etiopia

Pubblicato il 8 marzo 2017 alle 10:26 in Africa Gibuti

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

L’ambasciatore gibutiano in Etiopia, Mohammed Idriss Farah, ha dichiarato che il suo paese sta lavorando per ampliare e consolidare le sue molteplici relazioni con l’Etiopia.

Il presidente del Gibuti, Ismail Omar Guelleh, a metà marzo si recherà per una visita di Stato di tre giorni nel paese. In un’intervista esclusiva a The Ethiopian Herald, Farah ha dichiarato che il Gibuti è stato enormemente impegnato nella ricerca di nuove aree di cooperazione con l’Etiopia e nel migliorare quelle esistenti. “Stiamo lavorando insieme con grandi partner, tra cui la Cina per costruire le nostre infrastrutture, quali porti e aeroporti. Stiamo costruendo tutto ciò per permettere al paese di avere un facile accesso al mercato internazionale“. L’ambasciatore gibutiano ha ricordato che il suo paese e l’Etiopia, nel corso degli anni, hanno lavorato per un’integrazione economica sempre più stretta, e ha sottolineato che la visita di Stato del presidente Guelleh avrebbe ulteriormente rafforzare gli sforzi per delineare nuovi settori di cooperazione. Ha spiegato: “Tra le altre cose, la visita del presidente è volta a raggiungere un accordo tra i due paesi in ambiti quali l’immigrazione e i servizi di trasporto, così da poter ulteriormente migliorare lo scambio di persone e merci”. Sono oltre 2.000 i veicoli che attraversano la frontiera Etiopia-Gibuti giornalmente. L’ambasciatore ha sottolineato che l’accordo avrebbe un ruolo fondamentale nel tagliare tempo e costi di viaggio. Farah ha anche aggiunto che i due paesi hanno svolto un ruolo determinante nel concretizzare la visione di integrazione economica dell’Unione Africana.

Per quanto riguarda la pace e la stabilità della regione, l’ambasciatore Farah ha affermato che i due paesi hanno condiviso una visione comune di pace e stabilità per la Somalia, così come per il Sud Sudan. Inoltre, l’ambasciatore ha detto: “Stiamo lavorando insieme alle forze armate etiopiche in Somalia per combattere al-Shabaab e rafforzare le capacità dell’esercito somalo“. L’ala dell’intelligence del Gibuti sta collaborando con la sua controparte etiope per scoraggiare il movimento di al-Qaeda e di altri gruppi di combattenti che mirano a destabilizzare l’Etiopia, ha concluso.

Le relazioni diplomatiche tra i due paesi sono iniziate nel 1984. Entrambi gli Stati condividono il possesso della ferrovia Etiopia-Gibuti che unisce Addis Abeba, capitale etiope, al porto del Gibuti.

Il presidente del Gibuti, Ismail Omar Guelleh. Fonte: Flickr

Il presidente del Gibuti, Ismail Omar Guelleh. Fonte: Flickr

 

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.