Irritazione della Cina per possibile THAAD a Taiwan

Pubblicato il 4 marzo 2017 alle 7:05 in Asia Taiwan

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Gli Stati Uniti sono intenzionati a l’installare un Sistema di difesa missilistica THAAD anche a Taiwan per creare una sorta di rete anti missilistica che ricorda quella Nato con Corea del Sud e Giappone.

Il Ministro della Difesa della Corea del Sud ha annunciato che l’installazione del sistema di difesa statunitense THAAD sarà attivo nel suo paese entro la fine del 2017, mentre il Giappone sta considerando la proposta di acquisto.  I media di Hong Kong riportano che l’esercito degli Usa sta pianificando di vendere lo stesso sistema di difesa anche a Taiwan.

Taiwan – vista la sua posizione strategica nel Mar Cinese Meridionale – sarebbe il luogo ideale per posizionare un sistema di difesa in grado di intercettare i missili posizionati nella Cina meridionale nella prima fase di lancio. L’isola di Taiwan – ufficialmente provincia a statuto speciale della Cina continentale, ma autonoma ed indipendente de facto dal 1949 – è preoccupata per la politica espansionistica di Pechino e sembra stia considerando l’ipotesi di acquistare sistemi di difesa militare dagli Usa, uno dei quali potrebbe essere proprio il THAAD. Questa la tesi che l’ex comandante della marina di Taiwan Lu Lishi elabora nel suo articolo su Asia Week.

Taiwan ha allentato i limiti di spesa per gli armamenti nel bilancio 2017 e, secondo quanto riporta il sito di informazione militare statunitense Shephard, sembra che l’isola acquisterà dagli Usa 150 fighters F35A e 60 stealth fighters F-35B che andranno a svecchiare l’attuale flotta. Secondo Spephard, gli Stati Uniti potrebbero convincere Taiwan ad acquistare anche un sistema THAAD e ridurre il numero degli F35.

Le notizie in merito a una possibile installazione del THAAD anche a Taiwan ha scatenato l’irritazione della Cina. Pechino si era già opposta con forza, di concerto con Mosca, contro l’installazione in Corea del Sud, ma in merito a Taiwan è stata ben più dura.

“Il giorno in cui gli Stati Uniti installeranno il THAAD a Taiwan sarà quello in cui l’Armata Popolare libererà l’isola! Non mi interessa che sia il THAAD o che siano gli F35 o altri tipi di armamenti, devono solo provare a farli arrivare a Taiwan!” ha dichiarato Wang Hongguang, ex vice comandante generale di armata di Nanjing appena uscito dalla riunione della Conferenza Politica Consultiva del Popolo Cinese, il 3 marzo, rispondendo ai giornalisti dell’Epoch Times.

A cercare chiarezza è il capo della difesa di Taiwan, Feng Shikuan, che ha dichiarato di non approvare l’idea di un sistema THAAD installato nella sua isola e ribadito che l’obiettivo di Taiwan è l’autodifesa e la sicurezza interna. Taiwan non ha interesse ad entrare nella lotta di potere tra Usa e Cina.

Il THAAD è un sistema di difesa anti-missile sviluppato negli Stati Uniti durante la Guerra del Golfo per la difesa contro il missili Scud dell’Iran, nel 1991. Il sistema è stato creato per colpire missili balistici a raggio corto e medio nella fase terminale con una modalità definita “hit to kill” (colpire per uccidere). Il THAAD spara dei proiettili per intercettare e distruggere i missili in arrivo grazie all’energia cinetica, minimizzando così i rischi che la testata all’interno esploda. Nel 2009 un sistema THAAD è stato installato nelle isole Hawaii. La prima dichiarazione del Pentagono in merito all’istallazione di unità THAAD in Corea del Sud è stata diffusa nel 2014, con il fine di contrastare lanci missilistici da parte di Pyong-Yang. La Cina si è più volte dichiarata contraria all’installazione del sistema di difesa poiché ritiene sia più volto ad eventuali missili cinesi che a quelli della Corea del Nord.

Bandiera di Taiwan, formalmente Repubblica di Cina (ROC). Fonte: Wikipedia Commons

Bandiera di Taiwan, formalmente Repubblica di Cina (ROC). Fonte: Wikipedia Commons

di Redazione

Articoli correlati

Asia Myanmar

Bangladesh: arriva l’esercito per aiutare i Rohingya

I profughi Rohingya devono affrontare le piogge monsoniche, il Bangladesh invia l’esercito per aiutare a gestire la crisi.

Asia Corea del Nord

Segretario Generale Onu: Soluzione Pacifica per la Corea del Nord

Il Segretario Guterres ha dichiarato che il mondo teme la guerra nucleare in Corea del Nord e chiesto una risoluzione politica alle tensioni crescenti. Donald Trump ha ribadito la posizione Usa e minacciato di distruggere Pyongyang

Asia Corea del Nord

Corea del Nord: Cina e Russia chiedono risoluzione pacifica

I ministri degli esteri di Cina e Russia si sono incontrati a New York e hanno richiesto una risoluzione pacifica della questione nordcoreana

Asia Myanmar

Malesia: Myanmar è la nuova meta per il jihad

L’Isis si aggiunge ad Al Qaeda nella chiamata alle armi per i musulmani perché difendano l’etnia minoritaria Rohingya di fede islamica perseguitata in Myanmar

Afghanistan Asia

Le autorità afghane vorrebbero addestrare e armare 20,000 civili

Le autorità afghane stanno valutando la possibilità di addestrare e armare 20,000 civili per aumentare le operazioni contro i talebani e l’ISIS

Asia Myanmar

Myanmar: Aung San Suu-kyi chiede aiuto per i Rohingya

La leader del Myanmar ha parlato per la prima volta della crisi umanitaria dei Rohingya e chiesto l’aiuto della comunità internazionale


Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.