Russia e Cina insieme contro il THAAD

Pubblicato il 2 marzo 2017 alle 15:50 in Asia Cina Uncategorized

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Aumenta l’opposizione coordinata di Cina e Russia all’installazione del THAAD – sistema di difesa missilistica degli Usa – in Corea del Sud, secondo quanto dichiarato dal Ministro degli Esteri della Repubblica Popolare Cinese, mercoledì 1 marzo.

Il sistema di difesa THAAD è la risposta di Seoul alle crescenti minacce missilistiche provenienti dalla Corea del Nord, ma la Cina e la Russia temono che il potente sistema radar del THAAD possa penetrare anche nei loro rispettivi territori e mettere in pericolo la loro sicurezza. Mosca e Pechino convergono sul fatto che un sistema di difesa Usa sulla penisola coreana altererebbe il già fragile equilibrio di potere della regione e non gioverebbe a ridurre le tensioni tra il Nord e il Sud della penisola.

Seoul ha più volte ribadito che l’unico fine del THAAD è la difesa dalla Corea del Nord e che non verrà utilizzato per prendere di mira alcun altro paese. Il Ministro della Difesa sudcoreano ha intanto concluso la compravendita del terreno che gli servirà per l’installazione del sistema di difesa, situato a sud-est della capitale Seoul. In Corea del Sud si auspica l’operatività del THAAD già entro la fine del 2017.

“Russia e Cina continueranno a rafforzare la loro opposizione coordinata al THAAD”, questo l’accordo preso dai due Vice Ministri degli Esteri, durante il loro incontro a Pechino per discutere della sicurezza nel nord-est dell’Asia, martedì 28 febbraio. Durante la conferenza stampa di routine, il portavoce del Ministero degli Esteri della Cina, Lu Kang, ha risposto ai giornalisti in merito al presunto boicottaggio sui media cinesi delle serie televisive, dei programmi tv e dei prodotti sudcoreani come forma di protesta al THAAD.

“La nostra opposizione al THAAD è irremovibile, ma non so nulla di questo boicottaggio, io stesso guardo i programmi televisivi sudcoreani. Abbiamo già avuto modo di ribadire che siamo sempre stati aperti e cooperativi nei confronti di Seoul. Speriamo che la Corea del Sud reputi importante lo sviluppo dei rapporti sino-coreani e rispetti il punto di vista legittimo di Pechino e Mosca e ascolti la voce delle persone che chiedono di fermare il THAAD. Questa è la via per evitare che le relazioni economico-commerciali bilaterali e gli scambi trai nostri popoli possano essere influenzati molto negativamente”, ha dichiarato il portavoce.

La Cina, il più grande partner economico commerciale di Pyongyang, ha condannato il programma nucleare della Corea del Nord e posto un embargo sulle importazioni di carbone in risposta alle critiche di Washington che la accusavano di non-azione. Pechino continua, però, a sostenere la via del negoziato come quella migliore per risolvere le tensioni e auspica la ripresa del dialogo a sei (six party talks): le due Coree, Giappone, Russia e Stati Uniti. Il 28 febbraio, il Ministero degli Esteri cinese ha diffuso la notizia che il Vice capo della diplomazia della Corea del Nord è in visita in Cina, senza fornire, per il momento, ulteriori dettagli.

Il THAAD è un sistema di difesa anti-missile sviluppato negli Stati Uniti durante la Guerra del Golfo per la difesa contro il missili Scud dell’Iran, nel 1991. Il sistema è stato creato per colpire missili balistici a raggio corto e medio nella fase terminale con una modalità definita “hit to kill” (colpire per uccidere). Nel 2009 un sistema THAAD è stato installato nelle isole Hawaii. La prima dichiarazione del Pentagono in merito all’istallazione di unità THAAD in Corea del Sud è stata diffusa nel 2014, con il fine di contrastare lanci missilistici da parte di Pyong-Yang. La Cina si è più volte dichiarata contraria all’installazione del sistema di difesa poiché ritiene sia più volto ad eventuali missili cinesi che a quelli della Corea del Nord.

Consultazione delle fonti cinesi e redazione a cura di Ilaria Tipà

Missile in lancio. Fonte: Wikimedia Commons.

Missile in lancio. Fonte: Wikimedia Commons

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.