Australia, arrestato collaborazionista dell’Isis

Pubblicato il 1 marzo 2017 alle 11:19 in Asia Australia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

La Polizia Federale Australiana ha arrestato un uomo, 42 anni, accusato di aiutare l’Isis a sviluppare capacità missilistiche ad alta tecnologia.

Il quarantaduenne è stato preso in custodia dalla Polizia Federale Australiana (AFP) in una zona rurale del New South Wales. Secondo quanto riportato da una dichiarazione della AFP, l’uomo era intento a svolgere ricerche e a progettare un sistema di allerta laser per l’individuazione delle munizioni utilizzate dalle forze di Siria e Iraq. Si stava anche occupando della progettazione di sistemi per aiutare lo Stato Islamico a sviluppare missili a lungo raggio teleguidati.

Il commissario per l’anti terrorismo della AFP, Ian McCartney, ha dichiarato che l’operazione e l’arresto, avvenuti il 28 febbraio, sono stati frutto di 18 mesi di complesse indagini. “Non dubitate, tutti i sostenitori dei guerriglieri stranieri, sia coloro che si recano nelle zone di conflitto che coloro che agiscono qui, sul suolo australiano, verranno tenuti sotto stretto controllo dalla legge”, ha continuato il commissario.

Le operazioni dell’uomo arrestato non erano collegate alla pianificazione di attentati in Australia, afferma il comunicato della AFP e invita tutti coloro abbiano sospetti sulla possibile radicalizzazione di persone che conoscono di farsi avanti e di chiamare la linea telefonica per la sicurezza nazionale in forma anonima.

Il primo ministro dell’Australia, Malcolm Turnbull, ha dichiarato ai giornalisti che l’operazione delle forze dell’ordine mostra come il sostegno all’Isis non sia limitato alle principali città dell’Australia.

Zona rurale del New South Wales dove si è conclusa l'operazione di polizia. Fonte: Polizia Federale Australiana

Zona rurale del New South Wales dove si è conclusa l’operazione di polizia. Fonte: Polizia Federale Australiana

 

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.