Putin visita Kazakistan, Tagikistan e Kirghizistan

Pubblicato il 28 febbraio 2017 alle 11:12 in Russia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il Presidente della Federazione russa si è riunito con i suoi omologhi Nazarbaev, Rahmon e Atambaev.

Vladimir Putin ha effettuato, tra il 26 e il 28 febbraio una visita di tre giorni nelle Repubbliche dell’Asia Centrale ex-sovietica. Il Presidente del Kazakistan  Nursultan Nazarbaev ha ricevuto Putin in via informale domenica 26, prima del summit ad Almaty del giorno successivo.

Putin e Nazarbaev hanno discusso di cooperazione congiunta, commercio ed energia e di questioni concernenti l’Unione Economica Eurasiatica. Al termine del vertice il leader kazako ha riferito inoltre che i due presidenti hanno discusso della creazione di un grande polo tecnico e agro-industriale collegato al cosmodromo di Bajkonur.  Il Presidente russo ha ringraziato Nazarbaev per il ruolo di anfitrione che svolge nei colloqui di pace sulla Siria che si svolgono ad Astana ed ha ricordato come il Kazakistan sia il più importante partner di Mosca nella regione.

L'incontro tra Putin e Rahmon. Fonte: kremlin.ru

L’incontro tra Putin e Rahmon. Fonte: kremlin.ru

Putin si è recato poi a Dušanbe, dove è stato ricevuto dal presidente tagiko Emomali Rahmon. Tema centrale del vertice la base militare russa 201, in territorio tagiko. Putin ed Emomali si sono accordati sull’utilizzo delle forze russe di stanza in Tagikistan per la difesa del confine della repubblica ex-sovietica con l’Afghanistan. I due leader si sono detti preoccupati per la proliferazione di gruppi terroristici in Afghanistan e il rischio di infiltrazione in Tagikistan. Mosca e Dušanbe hanno espresso la volontà comune di impedire il rientro dei foreign fighters originari dell’area ex-sovietica.

Nel corso del colloquio con Rahmon, Putin  ha telefonato al presidente turkmeno Berdymuhamedov, esprimendo rammarico per non aver potuto effettuare tappa ad Aşgabat in occasione di questa sua visita in Asia Centrale. Lo ha comunicato il Cremlino.

Nella giornata di oggi il Presidente russo si riunirà a Biškek con il presidente kirghiso Atambaev. La Presidenza della Federazione russa rende noto che affronteranno temi legati alla cooperazione russo-kirghisa in ambito politico, economico e umanitario, e alle prospettive di espansione della cooperazione nel quadro dell’Unione Economica Eurasiatica. 

Mosca è il primo partner commerciale del Kazakistan e il secondo del Tagikistan e del Kirghizistan, in entrambi i casi dopo la Cina. Tutti e tre i paesi visitati da Putin fanno parte, con la Russia, la Bielorussia e l’Armenia, dell’Unione Economica Euroasiatica.

Traduzione dal russo e redazione a cura di Italo Cosentino

di Redazione

Articoli correlati

Europa Russia

Consiglio UE: Bulgaria contro sanzioni anti-russe

La Bulgaria, che presiederà il Consiglio dell’Unione Europea nella prima metà del 2018, ha intenzione di chiedere l’annullamento delle sanzioni imposte nei confronti della Russia

Russia USA e Canada

Uragani: Mosca offre aiuto a Washington

Nonostante le burrascose relazioni diplomatiche Mosca ha offerto a Washington aiuti materiali e umanitari per le zone colpite la scorsa settimana dall’uragano Irma. Cuba ha già accettato gli aiuti russi, mentre un’analoga offerta di aiuto è stata rivolta al presidente francese Macron per quanto riguarda le Antille francesi

Russia Siria

Siria: la Russia risponde alle accuse USA

Accusata di aver bombardato postazioni degli alleati della coalizione a guida americana, Mosca risponde che l’aviazione ha bombardato ISIS e insinua che le forze filo-americane collaborino con i terroristi

Russia Siria

AVANZATA RUSSA IN SIRIA: PARLA IL COMANDANTE

Aleksandr Lapin, comandante delle operazioni del contingente militare russo in Siria, racconta come per aprirsi la strada verso Deir ez-Zor l’aviazione russa e le forze governative siriane abbiano dovuto cambiare metodo di combattimento

Russia Ucraina

LA RUSSIA RISPONDE ALLE DICHIARAZIONI DI POROSHENKO SUGLI ARMAMENTI NUCLEARI

Le dichiarazioni dell’Ucraina sulle armi nucleari rappresentano “un ultimatum ai paesi occidentali”. Lo ha dichiarato il vice presidente del comitato per le relazioni internazionali della Duma, Ruslan Balbek.

Russia Ucraina

USA: CASCHI BLU ONU AL CONFINE TRA RUSSIA E UCRAINA

Il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti propone di schierare i caschi blu dell’ONU al confine tra Russia e Ucraina


Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.