Elezioni presidenziali in Ecuador: ballottaggio tra Moreno e Lasso il 2 aprile

Pubblicato il 28 febbraio 2017 alle 14:25 in America Latina Ecuador

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il candidato di Alianza PAIS Lenín Moreno e il suo oppositore Guillermo Lasso andranno al ballottaggio il prossimo 2 aprile, lo ha reso noto il presidente del Consejo Nacional Electoral (CNE) dell’Ecuador, Juan Pablo Pozo, in un comunicato ufficiale trasmesso per radio e televisione lo scorso mercoledì 22 febbraio.

Pozo ha aggiunto che Moreno, ex vicepresidente del governo del socialista Rafael Correa dal 2007 al 2013, ha ottenuto il 39,3% dei voti contro il 28,1% di Lasso, ex banchiere conservatore.

Il Presidente Rafael Correa, ancor prima della conferma da parte di Pozo, aveva annunciato in conferenza stampa presso il Palazzo presidenziale di Quito l’imminente ballottaggio, aggiungendo che in caso di vittoria dell’opposizione tornerebbe prima del previsto nel suo paese dal Belgio, dove ha intenzione di stabilirsi.

In Ecuador, per essere eletto presidente al primo turno, è necessario conquistare più del 50% dei voti, o il 40% ed una differenza di almeno dieci punti percentuali rispetto al secondo candidato con più voti.

Stemma dell'Ecuador. Fonte: Wikimedia Commons

Stemma dell’Ecuador. Fonte: Wikimedia Commons

L’ex banchiere ed ex ministro dell’Economia, Guillermo Lasso, ha festeggiato i risultati preliminari di domenica scorsa e ha convocato tutta l’opposizione al fine di costruire “un nuovo tavolo di governabilità” per il paese. “Voglio convocare tutti i leader politici dell’opposizione, tutti, per costruire insieme il tavolo della governabilità per l’Ecuador, un Ecuador democratico, prospero, libero e solidario”, ha affermato durante una conferenza stampa dopo essere venuto a conoscenza dei risultati preliminari.

L’invito è stato accolto dalla candidata socialcristiana, Cynthia Viteri, che ha confermato il suo appoggio nei confronti di Lasso, nonostante abbia dichiarato che non farà parte di un eventuale governo del candidato del Movimiento CREO di centrodestra.

Più di 12 milioni e 400 mila ecuadoriani sono stati chiamati alle urne domenica 19 febbraio per eleggere, oltre al nuovo presidente e il vicepresidente, i 137 membri del Legislativo e cinque rappresentanti del Parlamento Andino.

Occorrerà dunque attendere il 3 aprile per i risultati ufficiali di questo secondo turno elettorale.

Traduzione dallo spagnolo e redazione a cura di Italo Cosentino

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.