ONU: Attacco aereo nella Repubblica Centrafricana

Pubblicato il 14 febbraio 2017 alle 19:00 in Africa Repubblica Centrafricana

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Le truppe delle Nazioni Unite in missione nella Repubblica Centrafricana hanno aperto il fuoco contro i militanti del Fronte Popolare per la Rinascita della Repubblica Centrafricana (FPRC) nella città di Bambari, sabato 11 gennaio.

Durante l’attacco aereo sono stati uccisi un generale e tre militanti del FPRC che stavano cercando di oltrepassare il confine a nord della città.

Le truppe della missione delle Nazioni Unite (MINUSCA) hanno dichiarato che i ribelli costituivano una minaccia per la sicurezza della città e il portavoce della missione, Vladimir Monteiro, ha aggiunto che le truppe dell’ONU sono dovute intervenire per: “Evitare lo scoppio della guerra a Bambari”.

I militanti del FPRC combattono il gruppo armato rivale, Unione per la Pace in Centro Africa (UPC), nei dintorni di Bambari, da novembre 2016, uccidendo dozzine di persone e cacciandone circa 20.000 dalle loro abitazioni.

Entrambi i gruppi facevano parte della coalizione musulmana, Seleka, che organizzò il colpo di stato contro il presidente François Bozizé nel marzo 2013. L’alleanza si dissolse sei mesi dopo a causa delle ostilità scoppiate tra diverse fazioni interne.

Le truppe ONU sono in missione nella città di Bambari per controllare e prevenire i conflitti all’interno dell’ex-coalizione ribelle a maggioranza musulmana, Seleka, e con la milizia a prevalenza cristiana, Balaka. Le Nazioni Unite avevano precedentemente lanciato un appello per astenersi da qualsiasi atto che avrebbe potuto accrescere le tensioni nella città di Bambari.

Dal 2013 la Repubblica Centrafricana sta affrontando una crisi umanitaria creata dal conflitto civile che ha coinvolto più di 4.5 milioni di persone. Secondo le Nazioni Unite, più della metà della popolazione necessita di assistenza umanitaria. Nonostante l’elezione svolta in maniera democratica del presidente Faustin-Archange Touadéra abbia portato relativa stabilità al paese, la Repubblica Centroafricana è tuttavia afflitta da sporadici scontri civili.

Bandiera della Repubblica Centrafricana. Fonte: Wikimedia Commons.

Bandiera della Repubblica Centrafricana. Fonte: Wikimedia Commons.

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.