Due operai palestinesi uccisi dall’esplosione di un tunnel

Pubblicato il 9 febbraio 2017 alle 16:13 in Medio Oriente Palestina

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Giovedì 9 febbraio aerei israeliani hanno colpito un tunnel tra Gaza e Egitto.

Ashraf al-Qudra, portavoce del Ministero della Salute palestinese, ha identificato le due vittime dell’incidente: Hussam al-Soufi, 24 anni, originario di Rafah, e Mohamed al-Akraa, 38 anni, residente a Gaza. Secondo fonti locali, gli aerei israeliani avrebbero danneggiato un tunnel posto al confine tra Gaza e Egitto, uccidendo i due operai palestinesi e ferendo altre cinque persone.

L’offensiva è avvenuta a poche ore da un presunto attacco missilistico contro la città di Eilat, proveniente dalla penisola del Sinai in Egitto. L’esercito israeliano ha dichiarato che, nella serata di mercoledì 8 febbraio, il suo sistema di difesa missilistica, Iron Dome, ha intercettato tre razzi diretti a Eilat. Un quarto razzo sarebbe atterrato in uno spazio all’aperto, senza causare alcuna vittima.

Nel Sinai esistono da tempo gruppi terroristici di matrice islamista, che spesso rivendicano la responsabilità per questo tipo di attacchi. La Striscia di Gaza, che confina con Israele e Egitto, è controllata da Hamas, ed è considerata un’organizzazione terroristica da Canada, Israele, Stati Uniti, Unione Europea, Giappone e Egitto.

Il governo egiziano ha accusato Hamas di collusione con i militanti dell’ISIS che si trovano nel deserto del Sinai. Nonostante l’organizzazione palestinese abbia sempre negato le accuse, Israele la ritiene responsabile per gli scontri al confine.

Negli ultimi anni, l’Egitto ha distrutto quasi 2.000 tunnel utilizzati per il contrabbando di armi e per il traffico di merci, destinate alle due milioni di persone sottoposte al blocco di Gaza. Israele ha imposto il blocco terrestre, aereo e marittimo a partire dai primi anni Novanta. Nel giugno 2007, il blocco è stato inasprito in un clima di crescente insicurezza, a cui si aggiunse la vittoria di Hamas del 25 gennaio 2006 alle elezioni legislative palestinesi.

Montagne della penisola del Sinai. Fonte: Wikipedia Commons

Montagne della penisola del Sinai. Fonte: Wikipedia Commons

di Redazione

Articoli correlati

Africa Egitto

Egitto: Al-Sisi incontra Netanyahu e Abbas

Il presidente egiziano, Abdel Fattah Al-Sisi, ha incontrato il Primo Ministro israeliano, Benjamin Netanyahu, e il presidente palestinese, Mahmoud Abbas, in due incontri separati a New York per discutere i modi per rilanciare il processo di pace in Medio Oriente

Medio Oriente Palestina

HAMAS: VERSO L’UNITÁ NAZIONALE

Hamas ha annunciato la dissoluzione del comitato amministrativo nella striscia di Gaza e ha invitato il Governo di unità nazionale palestinese a svolgere le proprie funzioni e a espletare i propri doveri immediatamente

Medio Oriente Palestina

HAMAS – AL-FATAH: PRONTI AL DIALOGO

Hamas si è detto pronto a intraprendere sessioni di dialogo con Al-Fatah, al fine di raggiungere un accordo tra le due parti e identificare gli strumenti per realizzarlo

Medio Oriente Palestina

GAZA: UFFICIALE DI HAMAS UCCISO DA PRESUNTI MILITANTI DELL’ISIS

Un ufficiale di Hamas e un membro di un gruppo rivale hanno perso la vita nella striscia di Gaza, nei pressi del confine palestinese con l’Egitto. Secondo fonti di sicurezza, i due assalitori facevano parte dell’ISIS

Israele Medio Oriente

ISRAELE E GAZA: UN MONDO DI BARRIERE

Israele sta costruendo una barriera sotterranea lungo il confine con la striscia di Gaza per impedire l’infiltrazione degli uomini di Hamas in Israele attraverso tunnel sotterranei

Iran Medio Oriente

IRAN – HAMAS: IMPEGNO COMUNE CONTRO ISRAELE

Una delegazione di Hamas ha incontrato il ministro degli Esteri iraniano, Mohammad Javad Zarif, a Teheran, per ribadire l’impegno congiunto nel perorare la causa palestinese contro il nemico comune


Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.