Il presidente dell’Angola si ritira dopo 38 anni al potere

Pubblicato il 4 febbraio 2017 alle 18:03 in Africa Angola

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

José Eduardo dos Santos, presidente dell’Angola da 38 anni, si dimetterà prima delle prossime elezioni presidenziali fissate per agosto 2017. Il Presidente ha nominato come proprio successore l’attuale Ministro della Difesa, Joao Lourenco.

La nomina del candidato è stata annunciata venerdì 3 febbraio, durante la conferenza del partito di governo, il Movimento Popolare di Liberazione dell’Angola (MPLA).

Oltre ad essere uno dei presidenti più duraturi nella storia dell’Africa, Dos Santos è anche il leader del  Movimento Popolare di Liberazione dell’Angola, il quale ha combattuto contro il Portogallo nella guerra per l’indipendenza dal 1961 al 1975, e nella successiva guerra civile che durò dal 1975 al 2002.

Dos Santos è visto da molti angolani come colui che ha guidato il paese fuori dalla grave crisi economica provocata dalla guerra civile durata 27 anni. Altri lo criticano accusandolo di essere troppo autoritario e di non aver distribuito in maniera equa gli ingenti profitti provenienti dell’esportazione di petrolio. Ad aumentare le critiche, c’è stata la nomina da parte del presidente della figlia Isabel dos Santos a capo dell’azienda statale petrolifera, Sonangol. Il presidente è stato accusato di voler mantenere il controllo delle principali funzioni finanziarie del paese dal direttore di consulenza del rischio politico in Africa, Darias Jonker.

L’elezione di agosto sarà la terza dalla fine della guerra civile nel 2002. In Angola, dopo i cambiamenti costituzionali del 2010, non si elegge direttamente il presidente, ma il leader del partito vincitore diventa automaticamente capo di stato.

L’Angola è un ex colonia portoghese uscita nel 1975 da una lunga guerra di liberazione e seguita da un altrettanto lunga guerra civile. Dopo la fine della guerra, l’economia angolana ha registrato notevoli crescite del PIL che si è quasi raddoppiato grazie alle esportazioni di petrolio. Al potere c’è sempre stato lo stesso partito, il Movimento Popolare di Liberazione dell’Angola, con a capo il leader Dos Santos.

José Eduardo dos Santos. Fonte: Wikimedia Commons

José Eduardo dos Santos. Fonte: Wikimedia Commons

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.