Il presidente Correa visita la Spagna

Pubblicato il 1 febbraio 2017 alle 17:30 in America Latina Ecuador

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il presidente dell’Ecuador Rafael Correa ha effettuato una visita ufficiale in Spagna di tre giorni, dal 28 al 30 gennaio. Il primo cittadino ecuadoregno è stato ricevuto dal Re Felipe VI e si è riunito con il presidente del governo spagnolo, Mariano Rajoy lunedì 30 gennaio.

A Madrid il presidente Correa aveva partecipato ad un evento della comunità ecuadoregna locale a sostegno del candidato alla presidenza del suo partito, Lenin Moreno.  Nella capitale spagnola il Presidente ha tenuto anche una lectio magistralis di economia all’Università Complutense e si è riunito con il sindaco di Madrid Manuela Carmena.

In precedenza Correa aveva visitato Barcellona, Valencia e Murcia, sedi di importanti comunità ecuadoregne in Spagna. In tutte e tre le città il presidente dell’Ecuador si era riunito con le autorità municipali e con esponenti delle Comunità Autonome di Catalogna, Comunità Valenziana e Regione di Murcia. In Spagna risiedono circa 430.000 cittadini dell’Ecuador.

Rajoy ha sottolineato come le relazioni tra Spagna ed Ecuador attraversino un buon momento, ricordando come negli anni della presidenza Correa la presenza di imprese iberiche nel paese sudamericano sia cresciuta significativamente.

Il premier di Madrid ha ricordato nella conferenza stampa seguita al vertice la partecipazione spagnola nella costruzione della metropolitana di Quito, che ha definito “progetto emblematico” tanto per il valore dell’investimento quanto per la creazione di occupazione.

La Spagna importa dall’Ecuador beni per oltre 480 milioni di euro, ed esporta merci per 350 milioni, il che fa del paese il secondo partner europeo dell’Ecuador dopo l’Olanda.

Traduzione dallo spagnolo e redazione a cura di Italo Cosentino

Il presidente dell'Ecuador, Rafael Correa. Fonte: Wikimedia Commons

Il presidente dell’Ecuador, Rafael Correa. Fonte: Wikimedia Commons

di Redazione

Articoli correlati

Europa

Catalogna: blitz della Guardia Civil. Esplode la protesta

Si fa sempre più alta la tensione in Spagna, dove si avvicina l’atteso giorno del referendum sull’indipendenza della Catalogna, previsto il prossimo 1 ottobre

Europa

Referendum catalano: Madrid si prepara

La prevenzione del referendum sull’indipendenza catalana non è l’unica preoccupazione del governo di Madrid, che deve prepararsi ad affrontare diversi scenari possibili: dalle elezioni anticipate al ritiro delle competenze autonomiche alla Catalogna. I …

Europa

REFERENDUM CATALANO: PARLA IL RE

Felipe VI interviene per la prima volta dall’inizio della crisi tra le autorità catalane e il governo centrale e assicura che la libertà e i diritti di tutti gli spagnoli saranno tutelati e protetti

Europa

CATALOGNA: PROVA DI FORZA DELL’INDIPENDENTISMO

In difficoltà nell’organizzazione del referendum sull’indipendenza previsto per il 1 ottobre, gli indipendentisti catalani hanno fatto della “diada”, festa nazionale catalana, una prova di forza nei confronti del governo di Madrid

Europa

RAJOY AI CATALANI: NON SOTTOSTIMATE LA FORZA DELLO STATO

Mentre la procura generale dello stato denuncia le autorità catalane, il governo intima ai sindaci di non concedere spazi pubblici per il referendum indipendentista e l’Unione Europea si schiera con Madrid

Europa

CATALOGNA: REFERENDUM INDIPENDENTISTA IL 1 OTTOBRE

Il parlamento catalano ha approvato le leggi che rompe con la legalità dello stato spagnolo e il governo Puigdemont convoca il referendum indipendentista per il 1 ottobre, nonostante la dura opposizione di Madrid


Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.