Libia: la NOC vuole riaprire il settore petrolifero agli investimenti esteri

Pubblicato il 25 gennaio 2017 alle 13:00 in Africa Libia

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

La National Oil Corporation (NOC), compagnia petrolifera nazionale libica, ha intenzione di riaprire il settore del petrolio agli investimenti esteri, una mossa per risollevare la debole economia locale.

Il presidente della NOC, Mustafa Sanalla, ha riferito: “Nei prossimi mesi allevieremo la moratoria imposta nel 2011 sugli investimenti stranieri per avviare nuovi progetti a sostegno del settore petrolifero nazionale”.

Durante l’evento Middle East and North African Energy, organizzato a Londra dal 23 al 25 gennaio, Sanalla ha riferito che i progetti della NOC potrebbero stimolare l’economia e la sicurezza nazionale, aumentando allo stesso tempo la produzione petrolifera da 1,25 milioni di barili al giorno entro la fine del 2017, a 1,6 milioni di barili al giorno entro il 2022. Il presidente ha spiegato che i principali porti petroliferi libici stanno riaprendo dopo tre anni di blocco, aggiungendo: “Non possiamo aspettare che la comunità internazionale ci salvi, non sappiamo quando finirà il periodo di transizione”.

Intanto, giovedì, Londra ospiterà il Forum for Investment and Recostruction presso la Lancaster House. All’evento, organizzato dalla Middle East Association e dalla Developing Markets Associates, parteciperanno delegazioni inglesi e libiche, le quali discuteranno sulle opportunità di investimento nei principali settori libici, quali petrolifero, sanitario e infrastrutturale, per incrementare l’economia del paese nord-africano.

La Libia possiede le riserve di petrolio più estese dell’Africa ed è uno tra i principali paesi ad avere le riserve petrolifere maggiori a livello mondiale. La produzione, interrotta in seguito alla rivoluzione scoppiata il 17 febbraio 2011, attualmente si aggira intorno ai 70,000 barili al giorno.

Logo della National Oil Corporation, Libia.

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.