Impreditore Coreano ucciso, le Filippine si scusano

Pubblicato il 25 gennaio 2017 alle 11:12 in Asia Filippine

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Le Filippine si scusano con la Corea del Sud per l’uccisione dell’imprenditore coreano Ick-Jee Joo.

Il portavoce del presidente Duterte ha espresso le scuse  e le condoglianze del governo della Corea del Sud per la scomparsa di Ick-jee Joo, uomo d’affari sudcoreano per la cui morte sono accusati alcuni poliziotti filippini. Il governo di Manila ha anche ribadito che si impegnerà per fare giustizia e chiarezza sul caso.

I poliziotti, membri di una squadra speciale anti-droga, sono accusati di aver rapito Ick-jee Joo dalla sua residenza ad Angeles durante un raid, il 18 ottobre 2016.

L’imprenditore coreano è stato condotto a Camp Crane dove è stato strangolato a morte, le sue spoglie sono poi state trasferite a Caloocan per celebrare il funerale, secondo quanto dichiarato dal Ministero di Giustizia delle Filippine. I rapitori avrebbero chiesto un riscatto alla moglie della vittima che lo ha versato, pensando che suo marito fosse ancora vivo.

L’incidente ha causato l’indignazione e lo shock del governo della Corea del Sud. Il ministro degli esteri di Seoul, Yun Byung-Se ha chiesto che i criminali vengano consegnati alla giustizia.

La polizia delle Filippine è sotto esame, lo sono soprattutto le squadre per la lotta al narcotraffico, una battaglia particolarmente cara al presidente Duterte. I gruppi di attivisti per i diritti umani ritengono che i poliziotti commettano omicidi di massa illegittimi e accusano Duterte di aver promosso un clima di impunità per le forze dell’ordine. Il presidente ha ripetuto più volte che avrebbe protetto i poliziotti da eventuali accuse, se fossero stati accusati di omicidio di sospetti narcotrafficanti.

 

Rodrigo Duterte, presidente delle Filippine. Fonte: Wikipedia Commons

Rodrigo Duterte, presidente delle Filippine ha intrapreso una lotta efferrata contro il narcotraffico nel suo paese condedendo ampio spazio di manovra alle squadre di poliziotti. Fonte: Wikipedia CommonPer il caso dell’imprenditore coreano, però, il portavoce di Duterte ha dichiarato che le indagini andranno avanti e si verificherà se si sia o meno trattato di corruzione all’interno del sistema delle forze dell’ordine governative. Il Senato delle Filippine si riunirà per dare il via ufficiali e discutere delle indagini sull’omicidio, giovedì 26 gennaio 2017.

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.