Trump firma il ritiro degli USA dal TTP

Pubblicato il 24 gennaio 2017 alle 11:00 in USA e Canada

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Come primo atto da presidente, Donald Trump ha firmato l’ordine esecutivo che sancisce il ritiro degli Stati Uniti dal Trans Pacific Partnership (TTP).

L’accordo, negoziato da Barak Obama con altri 11 paesi, avrebbe dovuto istituire il libero scambio tra i membri. Dal momento che il patto non era stato ancora ratificato dal Senato, il ritiro degli USA è solo un atto formale. Tuttavia, la mossa di Trump è in linea con le promesse fatte durante la campagna elettorale di voler rompere con l’eredità di Obama. Il TTP faceva parte di una strategia più ampia che mirava ad aumentare il ruolo dell’economia americana in Asia e a fornire agli USA un controllo sulle ambizioni economiche e militari della Cina. Il patto, concluso con Canada, Messico, Australia, Nuova Zelanda, Cile, Perù, Malesia, Singapore, Vietnam e Brunei, avrebbe dovuto ridurre le tariffe tra i paesi firmatari.

Con questo primo atto formale, Trump ha preso il controllo delle politiche del commercio tanto criticate, mirando a rovesciare le decisioni prese dai precedenti presidenti americani che avevano cercato di abbattere le barriere commerciali per creare un’economia globale interconnessa. Per di più, Trump ha annunciato di voler rinegoziare il North American Free Trade Agreement (NAFTA), il quale regola le relazioni economiche tra Stati Uniti, Messico e Canada da più di 20 anni. Il presidente Messicano, Peña Nieto, sta pianificando colloqui commerciali con gli altri paesi del TTP per diversificare la propria economia e contare su nuovi partner commerciali, in modo da non dipendere più dagli USA. “Il Messico è un paese aperto al mondo”, ha affermato Nieto.

Intanto, gli 11 membri rimanenti del TTP si stanno riorganizzando. Nonostante i ministri del commercio dei paesi abbiano comunicato di voler ratificare l’accordo, il ritiro degli Stati Uniti potrebbe portare ad una modifica del testo o alla conclusione di un nuovo patto.

Donald Trump, 45esimo presidente degli USA. Fonte: Flickr

Donald Trump, 45esimo presidente degli USA. Fonte: Flickr

di Redazione

Articoli correlati

Corea del Nord USA e Canada

Trump ordina l’aumento delle sanzioni economiche contro Pyongyang

Donald Trump ha ordinato l’inasprimento delle sanzioni economiche contro la Corea del Nord, per aumentare gli sforzi volti a isolare il regime di Kim Jong-un

Iran USA e Canada

Usa-Iran: parla Rex Tillerson

In seguito al discorso di Donald Trump all’Onu, il segretario di Stato americano, Rex Tillerson, ha incontrato il ministro degli Esteri iraniano, Javaad Zarif

Russia USA e Canada

Uragani: Mosca offre aiuto a Washington

Nonostante le burrascose relazioni diplomatiche Mosca ha offerto a Washington aiuti materiali e umanitari per le zone colpite la scorsa settimana dall’uragano Irma. Cuba ha già accettato gli aiuti russi, mentre un’analoga offerta di aiuto è stata rivolta al presidente francese Macron per quanto riguarda le Antille francesi

USA e Canada

Il vero significato dell’intervento di Trump all’Onu

Con l’intervento alla 72esima riunione dell’Assemblea Generale dell’Onu, il 19 settembre, Donald Trump ha preso le distanze dalle posizioni del proprio predecessore, Barack Obama, segnando un grande cambiamento

Siria USA e Canada

Siria: USA evacuano la base di Zank

Le forze americane e gli alleati arabi hanno evacuato la base di Zank che era stata allestita a giugno nel deserto siriano, vicino al confine con l’Iraq, inviando il personale presso al-Tanf

USA e Canada

Trump all’Onu: se la Corea del Nord attaccherà, la distruggeremo totalmente

Trump è intervenuto alla 72esima riunione dell’Assemblea Generale dell’Onu con un discorso infuocato contro la Corea del Nord e l’Iran, riferendo che metterà al primo posto gli interessi degli Stati Uniti nell’ambito di qualsiasi accordo internazionale


Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.