Sud del Myanmar: dialogo tra milizie armate

Pubblicato il 24 gennaio 2017 alle 14:01 in Asia Myanmar

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

Il governo regionale del Tanintharyi medierà il dialogo tra due delle milizie armate della zona.

La Karen National Union (KNU) e il New Mon State Party (NMSP) dialogheranno e il governo regionale del Taninthary farà da mediatore durante un incontro da tenersi il 25 gennaio 2017, ha dichiarato U Naing Win Hla portavoce del NMSP al Myanmar Times.

“Sarà la prima volta che un governo regionale verrà coinvolto nella mediazione di un conflitto armato. Spero che l’incontro possa essere un successo”, ha concluso il portavoce. Il ruolo dei rappresentanti governativi dovrà essere di massima neutralità per aiutare i due gruppi a raggiungere un compromesso.

La KNU e il NMSP hanno avuto diversi scontri armati, intorno alla città di Yephyu, a partire dal settembre scorso a causa di una disputa territoriale. La situazione è peggiorata dall’11 gennaio scorso, quando i combattimenti si sono intensificati e le due fazioni si sono incolpate a vicenda di aver invaso il territorio della controparte.

“Non esiste una chiara demarcazione dell’area controllata dalla KNU”, ha dichiarato il portavoce del NMSP. Se si riuscirà a trovare un accordo sulla definizione dei confini dei territori controllati da uno e dall’altro gruppo, le ragioni alla base dei conflitti armati saranno ridotte drasticamente, secondo un membro del consiglio esecutivo della KNU.

La KNLA, l’armata della Karen National Union, ha firmato l’accordo di cessate il fuoco con il governo nazionale, mentre la Mon National Liberation Army, il braccio armato del NMSP, ha rifiutato la tregua perché essa non comprendeva i gruppi armati di tutte le etnie.

La Karen National Union (NNU) è l’organizzazione politica che riunisce la popolazione di etnia Karen residente in Myanmar. I Karen sono un insieme formato da diversi gruppi etnici tutti di lingua sino-tibetana che vive principalmente nel sud e sud-est del Myanmar, un’area nota come Stato di Karen. La KNU ha condotto inizialmente una lotta per l’indipendenza del suo stato dal governo centrale, poi, dal 1976, ha iniziato a chiedere un sistema di stati federali continuando la guerriglia. Nel 2012, la KNU ha siglato un accordo di cessate il fuoco con il governo centrale insieme a diversi altri gruppi armati provenienti da altre zone del paese.

Il New Mon State Party (NMSP) e la sua armata, la Mon National Liberation Army, sono un partito di opposizione all’attuale governo del Myanmar e lo combattono dal 1949 cercando, altresì, di promuovere riforme politiche e costituzionali. Il NMSP è un gruppo insurrezionista armato che rappresenta l’etnia Mon, un gruppo etnico che risiede per lo più nel sud del Myanmar nello Stato di Mon, nella regione di Bago e nella zona del delta dello Irrawaddy, vicino al confine con la Tailandia.

Suddivisione in stati del Myanmar. Nello stato di Kachin, al confine con la Cina e nello stato di Rakhine sono in corso scontri ed emergenze profughi.

Suddivisione in stati del Myanmar. I due stati di Karen (Kayin nella mappa) e di Mon si trovano nel sud-est del paese, evidenziati rispettivamente in giallo e celeste nella mappa. Fonte: Wikipedia Commons

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.