Proteste contro il possibile spostamento dell’ambasciata americana a Gerusalemme

Pubblicato il 20 gennaio 2017 alle 18:00 in Israele Medio Oriente

FacebookTwitterLinkedInEmailCopy Link

I palestinesi protestano in diverse aeree della Cisgiordania contro le dichiarazioni di Trump, che ha annunciato di voler spostare l’ambasciata americana da Tel Aviv a Gerusalemme.

Le proteste sono scoppiate in seguito alle affermazioni del neoeletto presidente Donald Trump, che avrebbe riferito all’Israel Hayom di essere intenzionato a spostare l’ambasciata americana da Tel Aviv a Gerusalemme. In occasione della prestigiosa Chairman’s Global Dinner a Washington, Trump avrebbe dichiarato ai giornalisti: “Certo che ricordo cosa ho detto a proposito di Gerusalemme. Sapete che non sono una persona che non mantiene le promesse”.

I contestatori hanno affisso, nelle città di Ramallah, Nablus e Hebron, numerosi manifesti, che esortano Trump a non interferire con i problemi di Gerusalemme e a rispettare la dignità dei suoi cittadini. I contestatori hanno inoltre condannato i crimini israeliani nel villaggio di Umm Al-Hiran dove, lo scorso mercoledì, sono stati uccisi due palestinesi e demolite diverse abitazioni della comunità araba.

Le affermazioni del presidente Trump hanno suscitato reazioni contrastanti. Secondo i critici più severi, il presidente americano ha commesso un gesto oltraggioso, che attribuirebbe alla città lo status di capitale d’Israele. Gerusalemme, in particolare la città vecchia, ha caratteristiche uniche rispetto ad altri territori contesi, perché sacra per i fedeli delle tre grandi religioni monoteiste. Per gli ebrei è il luogo dove fu eretto il Tempio di Gerusalemme, l’edificio più sacro della religione ebraica, nonché la capitale del Regno di Giuda e Israele dal 1000 a.C. circa, e del Regno di Giuda dal 933 a.C. al 597 a.C. Per i cristiani si tratta del luogo in cui Gesù ha vissuto e trascorso gli ultimi momenti della propria vita terrena, dove è stato sepolto ed è risorto. Infine, per i musulmani rappresenta il luogo in cui il profeta Maometto ascese da vivo al cielo.

Una settimana fa, il presidente palestinese, Mahmoud Abbas, ha inviato una lettera a Trump, dichiarando che se l’ambasciata degli Stati Uniti venisse spostata a Gerusalemme, il Medio Oriente, nonché la pace nel mondo, sarebbero in grave pericolo. Abbas ha inoltre invitato Trump a visitare Betlemme il prossimo anno, ribadendo che qualunque interferenza con lo status di Gerusalemme non verrebbe tollerata.

Israel Haymon è un quotidiano gratuito nazionale israeliano, nato il 30 luglio 2007, che attualmente pubblica in formato tabloid. Il giornale, secondo per diffusione nel paese, è di proprietà di Sheldon Adelson, che supporta il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu.

Il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump. Fonte: Wikipedia

Il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump. Fonte: Wikipedia

di Redazione

Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.